MestreToday

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La polizia locale va su due ruote: ecco le biciclette per pattugliare i parchi di Mestre

Agenti "a pedali" per adattarsi meglio al contesto delle aree verdi della città. Il servizio si aggiunge a quelli già esistenti e sarà operativo nei principali parchi di Mestre e Marghera: San Giuliano, Bissuola, Piraghetto, Querini, Catene

 

La polizia locale sale in bicicletta per stringere ancora di più le maglie dei controlli nei parchi cittadini della terraferma. Il servizio sperimentale è stato presentato giovedì pomeriggio a San Giuliano dall'assessore alla Sicurezza urbana, Giorgio D'Este, e dalla vicecomandante del Corpo, Maria Teresa Maniero. A partire da venerdì, i primi servizi scatteranno dal parco Piraghetto per poi interessare anche l'area verde di Catene e il parco Sabbioni. Saranno 8 gli agenti impegnati.

"Iniziativa sperimentale"

"Quello del 'Nucleo in bicicletta' è un progetto sostenuto fin dall'inizio dal sindaco Brugnaro - ha commentato l'assessore D'Este - la polizia locale potrà essere punto di riferimento per le richieste dei cittadini in modo sempre più capillare, migliorando il livello di sicurezza percepita. Si tratta di un'iniziativa sperimentale che sarà integrativa agli altri servizi. Vogliamo che i parchi tornino a essere sempre più vissuti dalle famiglie e faremo deterrenza contro i malintenzionati".

Le aree controllate

Saranno 6 le aree verdi controllate: il parco di San Giuliano, il parco Piraghetto, il parco Albanese, il parco di Catene, il parco di Villa Querini e il parco Sabbioni. "Cominceremo con una pattuglia al mattino e una al pomeriggio - ha spiegato la vicecomandante Maniero - l'obiettivo del servizio è la prevenzione. Qualora ci sia bisogno, gli agenti potranno chiedere supporto ai colleghi in zona".

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento