menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pensa di acquistare un pc a rate, lo rivogliono indietro con gli interessi

Il contratto stipulato era un leasing. Dopo sette anni il professionista mestrino deve consegnare il computer vecchio e pagare 4mila euro

Acquista un computer per circa 1.800 euro quasi 7 anni fa, paga le rate per i due anni previsti e ora gli vengono chiesti oltre 4.000 euro per non aver restituito il bene: quello che ha firmato nel 2006 non era infatti, comoe credeva, un finanziamento per rateizzare, ma un contratto di noleggio finanziato, quindi un leasing. È capitato ad A.B., professionista mestrino, che ad anni di distanza dall'acquisto lo scorso settembre ha ricevuto una domanda di mediazione per ottenere la restituzione degli oggetti noleggiati oltre a circa 4.000 euro per spese varie legate al “recupero del bene”. E non è un caso isolato, tanto che il presidente di Adico, Carlo Garofolini, consiglia: "Le persone che hanno avuto lo stesso problema dovrebbero presentare un esposto all'autorità giudiziaria per i necessari accertamenti circa l’esistenza o meno di condotte illecite e penalmente rilevanti dei soggetti coinvolti".

Il malcapitato, secondo Adico, avrebbe sottoscritto il contratto in un negozio specializzato di Marcon: convinto a pagare in 24 rate, avrebbe firmato senza far caso alle numerose clausole, dato che – come lui stesso racconta – non era certo la prima volta che acquistava un bene tramite un finanziamento. "Io ho sbagliato a non leggere con attenzione tutte le clausole del contratto, mi sono fidato del venditore e ho semplicemente firmato dove mi veniva richiesto – sottolinea A.B. - da quando ho pagato l'ultima rata a oggi non ho più ricevuto alcuna comunicazione da questa società, che adesso mi chiede 4.000 euro e la restituzione di un computer ormai vecchio di 7 anni: mi sembra veramente troppo".

In realtà quello che ha firmato è un contratto di locazione commerciale del bene, che prevede la restituzione del bene al termine del pagamento delle rate. "Gli esperti Adico risponderanno alla lettera inviata dal legale della società di leasing contestando la nullità del contratto - spiega l'associazione a difesa dei consumatori - visto che si tratta di un contratto differente rispetto a quello voluto dall'acquirente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento