Giovedì, 29 Luglio 2021
Mestre

Buoni fruttiferi, pensionata incassa 90mila euro in più di quanto inizialmente riconosciuto

Le Poste avevano inizialmente riconosciuto un rimborso da 100mila euro alla signora. Poi l'intervento di Adico ha fatto il resto

Ufficio postale (foto d'archivio)

Le Poste le avevano riconosciuto un "rimborso" di quasi 100mila euro. Una cifra importante ma molto lontana da quella attesa e prevista. È così che una pensionata mestrina ha deciso di rivolgersi all’ufficio legale dell’Adico che da anni segue con successo le vicende legate ai buoni fruttiferi postali e ai loro rendimenti. L'associazione, che ha presentato ricorso all'arbitro finanziario, ha permesso alla donna di vedersi riconosciuti circa 90mila euro in più di quanto accordato dalle Poste.

La pensionata mestrina, che possedeva una decina di buoni del valore pro-capite di un milione delle vecchie lire, ha dunque visto raddoppiare l’importo definito dall’azienda incassando quanto le era dovuto. «Non è la prima volta che otteniamo grandi risultati su questo fronte - afferma soddisfatto Carlo Garofolini, presidente dell’Adico - ma è di sicuro l’incremento più importante che ci sia stato riconosciuto dall’Abf. È pur vero che nell’arco di pochi anni siamo riusciti a portare a casa, a favore di una trentina di nostri soci, circa 900mila euro in più di quanto accordato dalle Poste».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buoni fruttiferi, pensionata incassa 90mila euro in più di quanto inizialmente riconosciuto

VeneziaToday è in caricamento