menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchiata dal marito, interviene la polizia: donna viene colta da un infarto in ospedale

E' successo domenica sera in una laterale di via Bissuola a Mestre. Una 41enne colpita al volto' trasferita in unità coronarica. Vicenda simile 24 ore più tardi anche a Favaro Veneto

Entrambe richiedono l'intervento delle forze dell'ordine perché aggredite dai rispettivi compagni, entrambe vengono colpite da malore rendendo necessario l'intervento del 118. Nel giro di 24 ore sono due le donne che a Mestre hanno rischiato grosso. Il cuore le stava per tradire, ma non a livello sentimentale. Bensì fisico.

Il primo episodio si è verificato in un appartamento di una laterale di via Bissuola a Mestre: poco prima delle 22 di domenica una 41enne chiede aiuto. Il marito va su tutte le furie, scoppia la lite e lui non si ferma. La donna finisce al pronto soccorso dell'Angelo con un pesante trauma contusivo al volto compatibile con un'aggressione. Un pugno o una manata. Forse più d'uno. Gli accertamenti sanitari sono approfonditi. Poco prima della dimissione (alla paziente erano stati assegnati 10 giorni di prognosi), l'imponderabile: la concitazione del momento ci mette lo zampino e la 41enne viene colta da infarto.

Il quadro sanitario precipita e la paziente viene trasferita in unità coronarica, mentre una volante controlla la situazione nell'appartamento dell'intervento. La preoccupazione della signora è soprattutto per il figlio minorenne, rimasto col marito. Un'altra pattuglia invece ha operato a lungo in ospedale per raccogliere informazioni dalla paziente su ciò che era accaduto poco prima. La crisi cardiaca è stata subito gestita dal personale sanitario e la donna è rimasta sotto osservazione per ore.

Scenario simile anche 24 ore più tardi, stavolta a Favaro Veneto. A chiedere aiuto alle forze dell'ordine verso le 19.30 è una donna che ha raccontato di essere stata aggredito dal compagno. Per l'ennesima volta quest'ultimo avrebbe alzato le mani su di lei, al punto da rendere necessario non solo l'intervento degli uomini in divisa, ma anche del Suem. Perché la donna respira a fatica e si sente mancare. Chiede aiuto. Sul posto intervengono, oltre a una pattuglia, anche l'automedica del 118 e un'ambulanza. Per fortuna pare che, perlomeno dal punto di vista sanitario, il quadro si sia poi rasserenato. Anche se non sarebbe la prima volta che in quell'appartamento siano costrette ad accorrere in fretta e furia forze dell'ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento