menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sottopasso allagato della stazione di Porto Marghera

Il sottopasso allagato della stazione di Porto Marghera

Giornata da lupi: a Venezia acqua alta, a Mestre strade come laghi

Mercoledì la pioggia e la marea hanno creato disagi ai cittadini. Picco di 102 centimetri in laguna. Sottopasso del Vega allagato a Marghera

Pozzanghere che sono sembrate più laghi che altro. E polizia municipale a presidio delle aree più pericolose per evitare il rischio di incidenti. E' stata una lunga mattinata anche per i veneziani e i mestrini quella di mercoledì, anche se i danni più ingenti si sono registrati nel Portogruarese. Lì i fiumi minori sono esondati, nell'area lagunare, invece, a preoccupare è stato soprattutto l'asfalto bagnato. A macchia di leopardo le strade si sono riempite d'acqua, con i soldi disagi che si sono registrati nella zona di Porto Marghera e di via della Libertà.

Maxi pozzanghere pericolosissime, soprattutto ai piedi del cavalcavia di San Giuliano. Lì gli automobilisti al termine della discesa si trovavano un "lago" molto insidioso (come spesso accade). Non è andata meglio qualche metro più in là, nel sottopasso ferroviario del Vega. Spesso con precipitazioni dall'intensità superiore alla media quest'ultimo diventa off limits, non permettendo quindi a quanti intendo raggiungere i binari dello scalo ferroviario di Porto Marghera transitando sotto via della Libertà di farlo senza dover necessariamente finire a mollo.

In laguna invece tutti sulle passerelle in area marciana. Cinque minuti dopo mezzogiorno, infatti, si è registrata una punta massima di marea di 102 centimetri. A Lido diga sud la marea ha raggiunta i 106 centimetri. La marea ha oscillato su 101-102 centimetri per un’ora e mezza, dalle 11.35 alle 13.05. "All’origine del fenomeno - fa sapere il centro maree del Comune - il passaggio di una perturbazione che sta provocando maltempo su tutta l’Italia, e che ha suscitato sull’Adriatico vento di scirocco". Si prevedono per giovedì una punta massima di 80 centimetri e per i due giorni successivi una marea normale. Al Lido di Venezia invece residenti infuriati per il "lago" che si è formato in corrispondenza del cantiere di piazzale Santa Maria Elisabetta. Un problema che si verifica spesso e sovente in caso di piogge persistenti.

IL SOTTOPASSO ALLAGATO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento