menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piscina al femminile alla Bissuola: "Così spazio alle musulmane"

Un'ora e mezza riservata alle sole nuotatrici del gentil sesso, per permettere anche alle cittadine di fede islamica di avere tempo per loro

A Torino è già stato fatto, mentre a Bergamo un'iniziativa simile, ma più ristretta, ha suscitato diverse polemiche. Ora la “piscina al femminile” arriva anche a Venezia, al parco Albanese, dove per un'ora e mezza, per tre domeniche, la struttura sarà riservata alle sole donne (fanno eccezione i bambini tra i 5 e i 7 anni): un modo per permettere anche alle cittadine di religione musulmana di godere dell'acqua, ma soprattutto, come spiega la Nuova Venezia riportando le parole dell'assessore alla Cittadinanza delle donne, Tiziana Agostini, una scusa per creare un ambiente protetto, al sicuro da sguardi indiscreti, dove la tolleranza e l'integrazione germoglino insieme, a pari passo con la confidenza.

COME IN UN HAMMAM – L'iniziativa è promossa dal Comune, e vedrà la piscina del parco della Bissuola chiudere al pubblico maschile nei giorni 11, 18 e 25 maggio, dalle 9 alle 10.30. Tre domeniche, quindi, ma se ci sarà un riscontro positivo il tutto potrà venire ripetuto, magari con maggior frequenza. A disposizione delle bagnanti anche istruttrici (rigorosamente di sesso femminile) pronte ad insegnare a nuotare alle donne di tutte le età. A suggerire queste soluzioni sarebbe stata proprio la comunità islamica, forte del successo che un'identica iniziativa ha avuto a Torino, altro centro urbano con una forte presenza di immigrati musulmani. Diverso invece il caso di Bergamo, dove le porte della piscina sono state aperte solo per le donne fedeli al Corano: sicuramente l'idea era quella di creare un ambiente ancora più sicuro e protetto, ma è stato proprio un'Imam a criticarla perché non permetteva lo scambio e il confronto tra diversi gruppi e differenti culture. Intanto la decisione di Ca' Farsetti ha già suscitato forti polemiche, ancora prima di concretizzarsi: i commenti che si leggono sui siti notizia sono infatti quasi sempre a senso unico e parlano di “invasione culturale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento