Mestre

Poliziotti feriti, il Siap: "Serve più tutela per gli agenti in strada. Si pensi a un'assicurazione"

Dichiarazioni del sindacato in seguito alla colluttazione a Mestre in cui un ladro ha causato traumi a due uomini in divisa. "In città restano criticità, ma i risultati non mancano"

Il violento corpo a corpo con il ladro è costato a uno dei poliziotti pesanti conseguenze: presunti problemi alle vertebre e circa tre mesi di prognosi. Meno grave la situazione del collega, che ha riportato traumi guaribili in una decina di giorni. Di certo la vicenda ha riacceso i riflettori sulla questione sicurezza a Mestre e sui rischi del mestiere a cui sono sottoposti i tutori della legge. Per Alessandro Stranieri, segretario provinciale del sindacato Siap, "quanto accaduto la notte scorsa dimostra che nella terraferma veneziana permane una certa criticità". Allo stesso tempo il rappresentante dei lavoratori evidenzia che negli ultimi mesi sono stati ottenuti "ottimi risultati sia dalla questura che dalle altre forze dell'ordine" nella riduzione della criminalità.

Ladro furioso in via Cappuccina, poi l'arresto

"Produrre sicurezza non è un lavoro facile - aggiunge - e comporta rischi concreti per chi deve garantirla. Da parte nostra rivolgiamo un abbraccio ai due colleghi infortunati e auspichiamo che anche la cittadinanza possa far sentire loro una meritata vicinanza. Si tratta di persone che nel cuore della notte erano al lavoro e che con spirito di professionalità e sacrificio, nonostante aggrediti violentemente da un delinquente, hanno portato a termine l'arresto, assicurando quest'ultimo alla giustizia e togliendolo dalle strade di Mestre".

Per Marco Mizzau, vicesegretario Siap e delegato per la questura, "sono palesemente insufficienti gli strumenti di tutela per chi lavora in prima linea per garantire la sicurezza dei cittadini". "Molto spesso ci si trova a fronteggiare delinquenti che non hanno nulla da perdere - spiega - Quindi, anche in presenza di una condanna, è impossibile avere il risarcimento per i danni subiti, comprese le spese mediche e di riabilitazione. Ci faremo portavoce della necessità di pensare ad una forma di tutela, anche per via assicurativa, per casi come questo, cogliendo l'occasione del rinnovo del contratto relativo alla nostra professione che è attualmente in discussione a Roma".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poliziotti feriti, il Siap: "Serve più tutela per gli agenti in strada. Si pensi a un'assicurazione"

VeneziaToday è in caricamento