menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polizia locale in trincea contro lo spaccio, trovati due etti e mezzo di "maria" a Mestre

Gli uomini della Municipale, aiutati dall'Unità cinofila, hanno setacciato Mestre, rinvenendo lo stupefacente nell'ex area Pancin, vicino via Trento, e al Parco Albanese

Gli spacciatori non hanno alcun limite nella creatività per rallentare o depistare le forze dell'ordine. Questa volta la trovata è stata quella di disseminare di siringhe l'ex area Pancin a Mestre, in prossimità di via Trento. La polizia locale di Mestre, impegnata in un servizio mirato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, ha rinvenuto proprio nella zona delle buche profonde, all'interno delle quali erano nascosti calzini e bottigliette contenenti circa un etto di marijuana. Indispensabile, per il rinvenimento della droga, è stato il fiuto prezioso dei cani poliziotto.

I controlli si sono poi spostati al Parco Albanese, dove gli uomini in divisa, coadiuvati anche in questo caso dall'Unità cinofila, hanno trovato un altro etto e mezzo di "maria",  nascosto in involucri interrati tra lo stagno ed il boschetto, oppure camuffati sugli alberi.

Non solo lotta allo spaccio. Nell'ex falegnameria di via Giustizia, infatti, la Locale ha rinvenuto un parabrezza nuovo di zecca, ancora nell'imballo originale, appena arrivato dalla Germania e trafugato nella notte dalla vicina autocarrozzeria. Dopo il riconoscimento da parte del titolare, il parabrezza è stato riconsegnato al proprietario. Sempre nella stessa area sono state ritrovate anche due biciclette rubate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento