Martedì, 28 Settembre 2021
Mestre Mestre Centro / Via Torino, 180

Poste, i sindacati denunciano: «Carenza di personale insostenibile in via Torino»

L'azienda: «È in corso una negoziazione a livello centrale». Raggiunto intanto l'accordo per il premio di risultato del settore: il coordinamento nazionale delle Rsu oggi ha avvallato all’unanimità l’intesa

«Carenza di personale, tensioni con gli utenti (costretti ad attendere in coda fuori dagli uffici per le regole anti Covid) e disagi per gli operatori. Ormai da anni assistiamo a un'emorragia di dipendenti a fronte di esodi incentivati o pensionamenti con una sostituzione nel settore mercati privati (sportelleria) quasi inesistente. Troviamo la politica aziendale di riduzione delle risorse lesiva nei confronti dei colleghi che ogni giorno sono impegnati nel loro lavoro». Così le sigle sindacali Slp Cisl, Slc Cgil e Uil Poste sulla situazione degli uffici postali di via Torino 180 a Mestre. 

«I continui distacchi, gli infortuni e le malattie rendono precario e qualitativamente scadente il servizio - continuano - Troviamo scorretto che l’azienda nasconda l'insostenibile carenza d’organico dietro alla situazione pandemica. Vittime i lavoratori - affermano le organizzazioni -  che si trovano a gestire una clientela sempre più infuriata che spesso li ingiuria. Sono le stesse istituzioni a chiedere l’apertura di tutti gli uffici postali come nel periodo pre-Covid (via Torino non fa più l'orario pomeridiano da tempo e chiude all'utenza alle 13.35). Crediamo che per queste motivazioni si è perso e si continui a perdere quote di mercato: chiediamo l’attivazione di un tavolo sindacale con urgenza per poter discutere di questi temi ormai non più rinviabili».

«Su questi temi è in corso una negoziazione fra Poste Italiane e sindacati a livello centrale», fa sapere l'azienda. Stamattina, lunedì 2 agosto, intanto, è stata siglata la proroga sul premio di risultato destinato a tutti i lavoratori di Poste Italiane e delle aziende del gruppo. «Un buon accordo, gli obbiettivi sono raggiungibili», commenta Marco Penzo di Slp Cisl Venezia. Azienda e sindacati confermano la volontà di proseguire il percorso avviato per favorire la diffusione di iniziative e piani di welfare dedicati al personale. Il coordinamento nazionale delle Rsu al termine del confronto oggi ha avvallato all’unanimità l’intesa.

Per quanto riguarda gli altri sportelli del Comune, in centro storico di Venezia sono disponibili dieci uffici postali, dei quali quattro sono aperti a giorni alterni; le Poste centrali sono aperte dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 19.05 ed il sabato fino alle 12.35. Con lo stesso orario sono aperti, nel territorio comunale, gli uffici postali centrali di Mestre (piazzale Donatori), Carpendedo, Favaro e Marghera (via Tommaseo). A Mestre e nelle altre frazioni del Comune di Venezia gli uffici postali sono aperti tutti i giorni; solo l’ufficio postale Mestre 7, nel solo periodo estivo, è aperto dal martedì al sabato. Per eventuali informazioni sugli orari di apertura degli Uffici Postali o per consultare il calendario estivo è possibile fare riferimento al sito www.poste.it 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste, i sindacati denunciano: «Carenza di personale insostenibile in via Torino»

VeneziaToday è in caricamento