menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ultima preghiera in via Fogazzaro

L'ultima preghiera in via Fogazzaro

I bengalesi ancora senza sede: per il venerdì di preghiera affittata la sala del PalaPlip

Il 21 aprile appuntamento ai fedeli nella struttura di via San Donà a Mestre. Intanto prosegue la ricerca di spazi lontani da case per garantire il culto. In pole locali in zona via Torino

Lo spazio è grande, dunque ci sarà un'unica preghiera. La comunità bengalese si ritroverà nella sala del PalaPlip per il secondo venerdì senza una sede. Come noto, da due settimane il centro culturale islamico di via Fogazzaro a Mestre non può più essere utilizzato per attività religiosa, dunque i fedeli dovranno fare di necessità virtù. Per ora si affitta la sala dell'auditorium, per circa un'ora. Poi si vedrà. "Lo spazio è sufficiente per tutti, dunque non ci saranno turni - spiega il presidente della comunità, Mohammed Alì - La situazione è tranquilla. Nel frattempo stiamo controllando alcuni spazi lontani dalle case da acquistare per poter pregare senza disturbare i residenti".

L'intento è di trovare un luogo che metta d'accordo tutti, anche il Comune. Serve però che sia ben servito dai mezzi pubblici, per permettere ai fedeli di raggiungerlo senza grossi problemi. E serve anche che sia economicamente accessibile, visto che la comunità bengalese aveva già speso diversi soldi per l'acquisto negli anni scorsi del locale in via Fogazzaro.

L'attenzione si è concentrata su quattro spazi in zona via Torino ad ora in "pole position", già visionati, che potrebbero fare al caso della comunità. Bisognerà metterlo in regola in fatto di destinazione d'uso, che è stata la ragione per cui al centro culturale di via Fogazzaro a Mestre è stata interdetta l'attività religiosa. Sul punto Ca' Farsetti ha espresso fin dall'inizio la disponibilità ad accelerare le pratiche (per quanto possibile), in modo da chiudere il cerchio nel giro di qualche mese.

Per il 21 aprile, invece, sarà invece utilizzata la sala dell'auditorium del Palaplip di via San Donà, già sfruttata in passato durante alcune celebrazioni del Ramadan. Il "mese sacro" intanto si avvicina, con il conseguente aumento delle persone che chiederanno di poter pregare. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento