rotate-mobile
Mestre Mestre

Stefanini: premiata la startup di studenti che ha creato il social per il tempo libero

Il Liceo primo in Italia nel concorso dedicato ai progetti innovativi. Lo scorso 4 febbraio i 25 ragazzi di HeRobot hanno partecipato alla fase regionale all'M9 di Mestre. In quell’occasione son stati scelti per partecipare al premio "Oltre la robotica"

Il Liceo Stefanini di Mestre primo in Italia in un concorso dedicato ai progetti innovativi. Una squadra di studenti, come una startup, ha progettato un social dedicato a hobby, sport e passioni personali. Ieri la consegna del premio a Roma. Hanno iniziato progettando robottini; hanno finito con il simulare il lavoro di una startup, mettendo a punto il progetto di un social dedicato a hobby, sport e passioni personali. È così che la squadra “HeRobot” del Liceo Stefanini di Mestre ha vinto il concorso nazionale “Oltre la robotica”, ricevendo lunedì 27 maggio il premio a Roma.

L’idea degli studenti dello Stefanini è stata inizialmente selezionata da speciali commissioni scientifiche, poi vagliata, fino ad essere una delle 40 chiamate a partecipare da tutta Italia alla cerimonia di premiazione finale al Nuovo Teatro Orione di Roma, alla presenza di 300 altri studenti provenienti da tutta la Penisola. I tre vincitori sono stati indicati da una giuria formata da scienziati, responsabili di aziende, docenti e funzionari del ministero. Grande è stata la felicità degli studenti mestrini nel sentire il nome della propria squadra tra i premiati della competizione.

Il concorso è istituito da First Lego League Italia, in collaborazione con la direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del ministero dell'Istruzione e del Merito. che premia i migliori progetti innovativi presentati al Challenge della First Lego League. Tutto è cominciato lo scorso 4 febbraio, quando i 25 ragazzi di HeRobot hanno partecipato alla fase regionale all'M9 di Mestre. In quell’occasione si sono aggiudicati il premio “Robot design”. Ma sono stati anche scelti, appunto, per partecipare al premio “Oltre la robotica”.

Per tre mesi la squadra, guidata dai docenti Giovanni Salafia, Giacomo Sorato e Monia Bellio, ha limato e verificato ogni particolare del progetto, avvalendosi anche di esperti esterni, come docenti e genitori competenti nelle diverse aree oggetto della gara. Occorreva infatti considerare non solo gli aspetti informatici e tecnici, ma anche le implicazioni relative al marketing e al diritto. Il progetto riguardava “Oesis” (acronimo che sta per Online Experience Social Inclusive Simulation), un social network di simulazione tridimensionale dove chiunque può condividere le proprie passioni, anche sportive, e viverle in prima persona, connettendosi con altre persone. La squadra ha montato un video di presentazione dalle caratteristiche professionali e ha presentato infine il proprio lavoro alla commissione esaminatrice. Tredici studenti, accompagnati da due docenti, sono partiti infine per Roma, per essere presenti alla cerimonia di premiazione. Senza sapere che i premiati sarebbero stati, appunto, loro. Per la squadra dello Stefanini, composta da studenti del Liceo scientifico, opzioni Scienze applicate e Stem, è un gran risultato, considerando anche che è solo il secondo anno che si mette alla prova in progetti come questi. Lo scorso anno era stata segnalata come miglior squadra emergente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stefanini: premiata la startup di studenti che ha creato il social per il tempo libero

VeneziaToday è in caricamento