menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tratta dei migranti verso Vienna: tre minori trovate sul treno senza biglietto

Domenica la polfer ha bloccato alla stazione di Mestre tre ragazzine somale tra i 16 e i 17 anni. Lo stesso giorno altri quattro minorenni sono stati sorpresi senza titolo di viaggio

Cercavano di espatriare e di arrivare in Austria, forse per raggiungere qualche parente o conoscenza oltre confine. Un copione, quello della tratta dei minorenni stranieri diretti verso nord, già visto in passato e per questo monitorato con particolare attenzione. Il viaggio di tre ragazzine somale è stato interrotto a Mestre dagli agenti della polizia ferroviaria, che le hanno individuate a bordo di un convoglio notturno a lunga percorrenza nella notte tra sabato e domenica. Le giovani straniere, tutte sui 16 o 17 anni, risultavano prive di documenti e mezzi di sussistenza, oltre che del biglietto. In un inglese stentato hanno fatto capire di essere stanche per il viaggio: dopo gli opportuni accertamenti sono state affidate ad un centro di prima accoglienza.

Non è stato l'unico episodio di questo genere: nel pomeriggio, a bordo di un treno regionale proveniente da Trieste, la polizia ferroviaria ha bloccato due minori italiani senza biglietto. Sono stati affidati alle rispettive famiglie, al pari di altri due giovanissimi, un moldavo e un romeno, sorpresi poche ore più tardi su un Frecciargento proveniente da Roma. Per questi ultimi, risultati sprovvisti dei documenti oltre che del titolo di viaggio, è stato necessario fare i dovuti accertamenti e risalire alle loro identità. Si è trattato in tutti i casi di allontanamenti volontari da casa, fenomeno piuttosto diffuso con cui spesso gli agenti in servizio nelle stazioni si trovano a dover fare i conti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento