MestreToday

Riqualificazione della stazione di Mestre, il Pd attacca: "Sono passati 3 anni ed è tutto fermo"

Opposizione contro Brugnaro: "Niente firma a maggio, intanto i residenti dei quartieri Piave e Gazzera subiscono il degrado. Il nostro piano affossato per ragioni politiche"

Nessuna nuova sulla zona della stazione ferroviaria di Mestre, che in attesa dell'avvio di grandi piani di rilancio resta un'area architettonicamente e socialmente degradata. E l'opposizione attacca la giunta Brugnaro: "Ma il progetto non doveva essere firmato entro maggio?". Il tema è oggetto di un comunicato diffuso dal segretario comunale del Pd Giorgio Dodi assieme alla consigliera Monica Sambo, il componente della segreteria Nicola Da Lio e i segretari dei circoli di Marghera, Piave, e Chirignago-Gazzera, Marco Rizzetto, Sara Petrelli ed Emanuele Rosteghin.

"Residenti abbandonati"

"La tecnica è sempre quella - scrivono - l'amministrazione scarica le responsabilità sul governo e poi ipotizza una data futura in cui il problema verrà risolto. Come il 18 marzo 2018, quando era stato annunciato che il nuovo accordo era pronto e che sarebbe stato firmato a maggio". "Il progetto della stazione di Mestre era pronto da tre anni - ricordano - Il sindaco ha deciso di rinviare tutto e, anziché risanare un territorio in difficoltà, ha costretto i cittadini a continuare a subire il degrado".

"Ritardo inaccettabile"

Una situazione che resta difficile per i residenti di via Piave e via Trento, ma anche per quelli della Gazzera, fra i passaggi a livello, e del lato Marghera. "C'era un progetto che prevedeva la riqualificazione di tutte queste aree - ribadiscono i rappresentanti del Pd - e che è stato bloccato solo perché era stato fatto dal centrosinistra. Dopo le nostre insistenze e, soprattutto, dopo quelle di molti cittadini indignati, speriamo che il progetto venga finalmente presentato, magari con qualche ritocco per giustificare un tale ritardo. Comunque sia, la verità rimane una: si sono persi tre anni e oggi Mestre sarebbe diversa se avesse prevalso solamente il bene dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento