menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salta il progetto di riqualificazione nell'area della stazione di Mestre: "30 milioni persi"

Gli spagnoli del gruppo H10 ci rinunciano, il piano di investimento viene ritirato e dirottato su Cuba. Del progetto si parla da almeno 4 anni, l'opposizione: "Amministrazione incapace"

Anni di accordi e rinvii e alla fine, quando ormai si è a un passo dall'obiettivo, salta tutto. È la storia dell'investimento previsto a Mestre da parte di H10, una delle catene di alberghi più grossa d'Europa: 30 milioni di euro per un progetto che avrebbe dovuto dare nuova linfa vitale all'area della stazione ferroviaria, con l'abbattimento dell'ex palazzo delle Poste e la sostituzione con un maxi-hotel da 220 stanze. Ma nel complesso la riqualificazione prevedeva anche il rifacimento della stazione ferroviaria, il raddoppio del parco Piraghetto e la realizzazione di alloggi per le famiglie “prigioniere” dei due passaggi a livello della Gazzera.

"L'incapacità di decidere di questa amministrazione comunale sta facendo saltare la riqualificazione di tutto l'asse della stazione - si sfoga Andrea Ferrazzi, capogruppo Pd al Comune di Venezia - Il sindaco dovrà spiegare alla città tutta perché ha bloccato un accordo già pronto sul quale bastava mettere la firma. Dovrà spiegare perché impedisce un investimento privato di 30 milioni in favore della città, perché fa perdere 2 milioni di opere di urbanizzazione più un altro paio in opere dirette, perché blocca la riqualificazione di tutto il quartiere, oggi in condizioni indecorose. Dovrà spiegare alle famiglie intercluse di via Gazzera perché non partono i lavori per le loro nuove case. Dovrà spiegarlo, oltre che ai privati, anche alle Ferrovie e alla Regione, con le quali avevo pazientemente costruito l'accordo di programma bello e pronto per essere firmato".

Rincara la dose Nicola Pellicani: "Mentre il sindaco e mezza giunta comunale fanno la solita parata in via Piave in nome della sicurezza, il gruppo spagnolo H10, di fronte alla latitanza di Brugnaro e del Comune, abbandona un progetto che avrebbe consentito di riqualificare la zona di via Piave e della stazione". E pensare che - riporta Il Gazzettino - il lungo l'iter era partito addirittura nel 2010 con la firma Massimo Cacciari, allora sindaco: fu lui ad avere l'idea di mettere insieme pubblico e privato per rifare la stazione di Mestre. Tutto si è fermato nel gennaio di quest'anno, quando il primo cittadino Brugnaro, forse convinto che il Comune potesse ottenere condizioni migliori, ha bloccato la firma dell’accordo di programma. Il gruppo spagnolo avrebbe spiegato di voler spostare l'investimento a Cuba.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento