menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prostituta picchiata a sangue e lasciata nuda, colpevole un cliente

Una 24enne albanese era stata trovata in un lago di sangue su un argine di via Gazzera Bassa. Era balenato lo spettro di una guerra tra bande

Dopo averla trovata completamente nuda e con il volto ridotto a una maschera di sangue (DETTAGLI), quasi spappolato dai feroci colpi inferti dall'aggressore, all'orizzonte si era stagliata l'ipotesi delle scoppio di una guerra tra bande che gestiscono la prostituzione sul Terraglio. A quanto pare, però, a ridurre in quel modo una lucciola albanese di 24 anni trovata gravemente ferita di prima mattina sull'argine di un canale scolmatore di via Gazzera Bassa qualche giorno fa sarebbe stato un cliente decisamente troppo "focoso".

Come riporta il Gazzettino, infatti, la polizia sarebbe riuscita a risalire all'identità dell'uomo, che avrebbe attirato a sé la giovane per poi portarla nel luogo isolato e sfogarsi in maniera feroce. A ritrovare alle 7 e mezza del mattino la malcapitata un passante, che ha subito chiamato i soccorsi. Attorno a lei un lago di sangue causato dalle ferite riportate.

Nessuna guerra tra bande, a meno di colpi di scena dell'ultimo minuto. Anche se il sospetto per forza di cose è balenato nella testa degli inquirenti dopo che qualche giorno prima del pestaggio un camper di una prostituta era stato distrutto da un incendio in via della Motorizzazione Civile. Entrambe le donne vendevano il proprio corpo sul Terraglio, dove a controllare postazioni e mercato sono gli albanesi. Che pretendono il pagamento di un pizzo da protettori e donne per poter continuare la loro attività.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento