menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mestre, violenta una prostituta minacciandola con un coltello

L'aggressione verso la mezzanotte tra venerdì e sabato. Una 19enne è stata costretta a un rapporto non protetto. Soccorsa dalla polstrada

Non si è limitato ad avere un rapporto sessuale con lei a pagamento. Non gli è bastato. Ha voluto violentarla. Minacciandola con un coltello. Momenti di terrore per una prostituta 19enne sul Terraglio nella notte tra venerdì e sabato. Una giovane donna che nella sua vita deve aver vissuto situazioni difficili, ma mai, forse, come quando l'ennesimo cliente ha tirato fuori quella lama e l'ha puntata contro di lei. Pretendendo di violentarla a poca distanza da dove in precedenza l'aveva abbordata. L'allarme è stato lanciato dalla stessa malcapitata trentacinque minuti dopo la mezzanotte. Fermando spaventata una pattuglia della polizia stradale in transito. "Mi hanno violentata", deve aver detto agli agenti. Che hanno raccolto la descrizione dell'aggressore.

La vicenda ha inizio circa un'ora prima. Quando un cliente all'apparenza normale si ferma vicino alla 19enne. Chiede una prestazione, la ottiene naturalmente. I due raggiungono un'abitazione (non è chiaro se quella dell'uomo o quella che magari la lucciola sfrutta per portare i clienti dietro il pagamento di un surplus) e fin lì tutto fila liscio. Normale amministrazione. Dopodiché arriva il momento del ritorno sul Terraglio, nel territorio mestrino. A un certo punto, però, l'uomo ha tirato fuori un coltello e vicino al luogo dell'abbordaggio ha preteso un altro rapporto sessuale. Non protetto.

Di fronte alla minaccia dell'arma da taglio la diciannovenne non ha potuto far altro che subire. Che lasciar fare a quel cliente tramutatosi in violentatore. Dopodiché l'uomo ha fatto scendere in malomodo la malcapitata dall'auto e se n'è andato. Prima che le forze dell'ordine potessero intervenire. La prostituta sarebbe riuscita a fornire solo una targa parziare agli investigatori della squadra mobile che si stanno occupando del caso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento