Giovedì, 29 Luglio 2021
Mestre Mestre Centro / Viale Stazione

Prostitute "affamate" arrestate per rapina vicino la stazione di Mestre

Una 25enne e una 27enne bloccate venerdì sera. Volevano rubare l'incasso di un kebabaro. Anche minacce di morte a un poliziotto

Si fermano da un kebabaro di viale Stazione. Una pausa prima di continuare a vendere il proprio corpo in via Fratelli Bandiera. Una volta arrivato il momento di pagare però non solo si rifiutano di farlo, ma tentano di impossessarsi anche dei soldi del registratore di cassa. Come riporta La Nuova Venezia, due prostitute sono finite in manette venerdì notte per rapina. Di più.

Una delle due ha detto a un poliziotto intervenuto che avrebbe pagato l'arresto del suo uomo (avvenuto a marzo scorso). Proprio lui gli aveva messo le manette ai polsi dopo che quest'ultimo aveva aggredito una "sua" donna sfrutta. La prostituta evidentemente non aveva dimenticato la faccia dell'agente. Minacciandolo si è passata un dito sotto al mento, facendo il gesto del taglio della gola.

Risultato: oltre che per la rapina la prostituta dovrà rispondere pure di minacce. Le due donne, una 25enne e una 27enne, sono state bloccate poco dopo le 23 dal titolare della rosticceria etnica. Sul posto è intervenuto del personale della polizia ferroviaria. Dopo l'identificazione e la redazione degli atti, è sta chiamata una Volante della questura per il trasferimento delle giovani in carcere. A quel punto le minacce.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostitute "affamate" arrestate per rapina vicino la stazione di Mestre

VeneziaToday è in caricamento