Mestre Mestre Centro / Via Piave

In carcere uno dei pusher di via Piave: alloggiava in un b&b

Ancora eroina. I carabinieri hanno dato seguito alle indagini del 2019 e rintracciato un 27enne pregiudicato a Mestre. Un altro arresto è stato effettuato dalla polizia locale

Carabinieri in via Piave (foto d'archivio)

Il giro di eroina nell'area di via Piave, a Mestre, è sempre fiorente e resta un problema all'ordine del giorno: sono legati allo spaccio anche due arresti effettuati in queste ore rispettivamente dai carabinieri e dalla polizia locale.

Il primo riguarda Nader Bakouri, magrebino classe 1993, pregiudicato, che era già stato in carcere nel 2019 per spaccio a seguito di una grossa operazione antidroga, e poi ne era uscito. A suo carico c'era anche un divieto di dimora in provincia di Venezia che lui aveva violato: ad agosto 2020 i carabinieri lo avevano trovato di nuovo a Mestre, in casa di un connazionale (anche lui pregiudicato per spaccio e già agli arresti domiciliari), con addosso delle dosi di eroina. Questi elementi, comunicati al giudice, hanno portato ad un nuovo decreto di custodia cautelare in carcere che è stato emesso lo scorso weekend.

In questi mesi i carabinieri hanno continuato a tenere d'occhio lo spacciatore e quindi sapevano dove trovarlo: con il supporto dell'unità cinofila della polizia locale sono andati a prenderlo all’interno di un bed & breakfast di via Piave e l'hanno portato in carcere. Il b&b, peraltro, non aveva registrato l'ospite, per cui sarà oggetto di ultariori accertamenti.

La polizia locale, invece, ha arrestato una 23enne di Mirano che stava violando gli arresti domiciliari per acquistare eroina a Mestre. Le pattuglie hanno osservato lo scambio di droga, avvenuto intorno alle 20 di sabato in via Dante, e sono intervenute: oltre ad arrestare la ragazza hanno denunciato lo spacciatore, un 33enne richiedente asilo con permesso di soggiorno per motivi umanitari.

thumbnail_IMG-20200926-WA0030-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In carcere uno dei pusher di via Piave: alloggiava in un b&b

VeneziaToday è in caricamento