menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minore scoperto con l'eroina, tenta di ingoiarla. Poi resiste con calci e pugni

Operazione dei poliziotti in borghese in via Cappuccina a Mestre. Droga recuperata. Il 17enne affidato a una comunità assieme ad un altro ragazzo trovato senza documenti

Giovanissimo trovato in possesso di droga in centro a Mestre. È il risultato dei servizi di controllo predisposti nelle zone della città note per l'attività di spaccio. Due i minorenni fermati giovedì dai poliziotti in borghese lungo via Cappuccina, nella parte più vicina alla stazione ferroviaria.

Attività di spaccio

Gli agenti hanno notato uno strano andirivieni da un cestino dei rifiuti, dal quale alcuni giovani, che stazionavano ai giardinetti, prelevavano a turno delle bustine. I poliziotti allora sono intervenuti, fermandone uno: quest'ultimo però, vistosi scoperto, ha infilato la bustina in bocca. C’è voluto sangue freddo e tempismo per evitare che il ragazzo ingerisse l’involucro, oltretutto mentre cercava con calci e pugni di sottrarsi alla presa degli agenti. Alla fine il giovane è stato neutralizzato e la bustina recuperata. Portato negli uffici della questura, è stato identificato per B.A., tunisino di 17 anni, già domiciliato in una comunità per minori. Sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di 710 euro. La confezione recuperata è risultata eroina, sequestrata insieme al denaro.

Affidamento in comunità

Il minore è stato denunciato per i reati di detenzione di droga ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale, quindi affidato a una comunità per minori di Mestre. Stesso destino per un altro giovane fermato nella stessa giornata, anche lui sprovvisto di documenti e identificato per B.K., nato nel 2001 in Tunisia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento