menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Passeggiata nel quartiere Pertini di Mestre: "Occupazioni e degrado, urge un intervento"

Giro perlustrativo delle famiglie della zona in presenza della stampa. I residenti chiedono il rispetto della legalità. Se ne parlerà lunedì in consiglio comunale con il sindaco

Un "giro turistico" per mostrare le difficoltà e i punti critici di un quartiere vivo e affamato di "normalità", nonostante tutto. Il tour della zona Pertini è andato in scena sabato mattina condotto da Giorgio Rocelli, presidente del comitato dei residenti, nel ruolo di cicerone. Lui il quartiere lo conosce come le sue tasche e, attraverso strade e sentieri, ha guidato i partecipanti descrivendo minuziosamente la situazione. Soffermandosi in particolare nei punti dove il degrado è più evidente.

Qua e là si notano cumuli di spazzatura e vecchi elettrodomestici, l'incuria nella manutenzione del verde e soprattutto l'abbandono di alcune delle abitazioni, che puntualmente vengono occupate da inquilini senza alcun diritto. Rocelli avanza e indica "la zona delle pantegane: adesso non si vedono, perché escono di notte per fare la transumanza". Problemi più volte segnalati ma che per ora non sono stati affrontati in modo adeguato. È stato risposto che mancano i fondi per sistemare e ristrutturare gli edifici, con il risultato, spiega il comitato, che "i cittadini vengono abbandonati a se stessi in balia del vandalismo e delle occupazioni abusive di appartamenti chiusi e inagibil". "Ed è un peccato tenere chiuse le case - aggiungono - Cadono in rovina e poi necessitano di spese ulteriori, mentre potrebbero essere assegnate ai nostri giovani".

"Lunedì saremo al consiglio comunale a Mestre, alla presenza del sindaco e del vicesindaco - spiega Rocelli - Ancora una volta esporremo le nostre proposte per migliorare questo quartiere, che ha una lunga storia legata a queste questioni. Non c’è manutenzione, non c'è il controllo né la presenza delle autorità. Manca l'assistenza per gli anziani. Così il degrado prende il sopravvento e si moltiplicano gli episodi di occupazione, criminalità e vandalismo. Tutti aspetti di un unico problema".

Le famiglie non vogliono darsi per vinte e continuano a spingere per un intervento deciso da parte dell'amministrazione. C'è voglia di riscatto: "Nonostante tutto questa è una bella zona - spiegano - C'è tanto verde, il parco e a pochi passi il bosco dell'Osellino. Noi chiediamo semplicemente che siano sistemate le criticità, che si aiutino gli anziani. Chiediamo di vivere in una situazione normale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento