menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Chiediamo un mercato per evitare che il quartiere si trasformi in un dormitorio"

Raccolta firme tra gli abitanti di via Bissolati a Mestre (oltre 500 le adesioni) per ottenere dall'amministrazione un mercato rionale settimanale: "Facciamolo la domenica"

Un mercato per evitare che il quartiere si trasformi in un dormitorio. Questa è la richiesta dei residenti di via Bissolati a Mestre, che hanno promosso una raccolta firme arrivata a 500 sottoscrizioni. Promotori dell'iniziativa il comitato spontaneo "Amici di via Bissolati" e il comitato "Marco Polo a difesa del cittadino". Nella petizione popolare si chiede l'istituzione di un mercato rionale con cadenza settimanale nel piazzale del quartiere che fa angolo con via Corridoni. La documentazione è stata inviata all'amministrazione comunale e ora si vedrà se l'appello sarà raccolto da assessori, dirigenti e associazioni di categoria. 

"Serve offrire un servizio di vicinato in una zona, anche se densamente abitata, che ne è completamente sprovvista - dichiarano i promotori - ci sono molte persone anziane che in questo modo verrebbero agevolate. Il pericolo è che il quartiere si trasformi in un dormitorio, andando a perdere quel senso d'appartenenza che si era instaurato negli anni passati. Non vogliamo che la zona diventi un angolo di degrado buono solo per le pagine della cronaca, ma rimanga una zona a misura d'uomo proiettava verso il futuro". I promotori suggeriscono anche un possibile giorno di mercato: la domenica. In modo, secondo loro, da diventare punto di riferimento anche dei quartieri mestrini vicini: "In alternativa anche il sabato potrebbe essere un giorno valido", concludono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'Rt in Veneto sale a 0,91, le richieste di Zaia oggi al Governo

  • Cronaca

    Altino, le indagini di Ca' Foscari svelano un porto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento