Mestre Mestre Centro

Velocar, raccolta firme per abolirli, Adico: "Altrimenti ricorso al Tar"

A lanciare l'iniziativa l'associazione a difesa dei consumatori mestrina, sulla scorta dei pronunciamenti dei giudici di pace che hanno accolto i ricorsi di 23 multati in via Orlanda

I giudici di pace di Mestre iniziano ad accogliere i ricorsi degli automobilisti contro le multe dei Velocar, gli strumenti elettronici installati dal Comune di Venezia per sanzionare il passaggio a un incrocio con il semaforo rosso. E per fare in modo che si vada fino in fondo, Adico, associazione difesa consumatori, da lunedì 11 marzo raccoglierà le firme di tutti i cittadini interessati per chiedere all’assessore alla Mobilità Ugo Bergamo di rimuovere i quattro Velocar attualmente installati e di bloccare l’attivazione di altri due.

Se così non dovesse essere, il passo successivo sarà il ricorso al Tar. "La deterrenza e la prevenzione sono fondamentali ma il Velocar non è lo strumento idoneo per scoraggiare il passaggio a semaforo rosso: le alternative ci sono, il Comune le prenda in considerazione e con la petizione chiediamo anche questo", spiega il presidente di Adico, Carlo Garofolini, che fa riferimento al sistema di conteggio dei secondi della durata del verde e del giallo ai semafori. "Se il Comune non accoglierà la legittima richiesta dei cittadini, l'ultima spiaggia resta il ricorso alla giustizia amministrativa – conclude il presidente dell'Associazione – una strada che valuteremo seriamente visto anche il recente pronunciamento sulla Ztl di via XX Settembre. Ma speriamo che l'amministrazione comunale trovi altre strade".

Alla base della decisione dei giudici di pace l’uso improprio fatto dal Comune dell’apparecchiatura, omologata non per sanzionare chi supera di poco la riga dello stop e si ferma, ma solo chi effettivamente transita con il rosso o eccede nella velocità. "Peccato non ci siano arrivati un anno fa, quando questa storia è iniziata – continua Garofolini – nel frattempo c’è stato un avvicendamento tra i giudici e inizia a cambiare l’atteggiamento della giustizia nei confronti delle questioni della viabilità mestrina. Ben venga – prosegue il presidente di Adico – vuol dire che noi e i cittadini che hanno sempre contestato i Velocar avevamo e abbiamo ragione. Ma di certo questa storia non può finire qui". Per informazioni 041.5349637. Le firme saranno consegnate in Comune.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velocar, raccolta firme per abolirli, Adico: "Altrimenti ricorso al Tar"

VeneziaToday è in caricamento