rotate-mobile
Mestre Mestre Centro / Via Alessandro Poerio

Va a scuola piena di tagli: "Mi hanno picchiata". Ma se l'era inventato

Una ragazzina di 14 anni mercoledì è stata portata all'ospedale. Aveva raccontato di essere stata circondata e aggredita da tre coetanee

Arriva a scuola senza zaino e piena di lividi. Con quelle ferite a forma di "X" sulle nocche, sulle braccia e sul petto. Tanto che una lametta (di quelle che si trovano sui temperamatite) sarebbe stata trovata nella sua tasca. Inevitabile che, come riportano i quotidiani locali, una volta che la ragazzina di tredici anni e mezzo ha raggiunto l'ospedale Dell'Angelo per farsi medicare sia stata subito interpellata la Procura.

Quei segni potevano indicare un'aggressione. Secondo quanto raccontato dalla minorenne agli agenti della squadra mobile di Venezia che si stanno occupando del caso, la ragazzina sarebbe stata aggredita da tre giovani, forse coetanee, in via Poerio. Mercoledì mattina verso le 8. Quando la vittima stava camminando per raggiungere la sua scuola. In aula, però, ci è arrivata due ore e mezza più tardi.

La giovane ha dichiarato di essere stata circondata e picchiata da tre ragazze che non conosceva. Apparentemente senza motivo. Il gruppetto si sarebbe accanito su di lei picchiandola, ferendola e poi lasciandola a terra sanguinante. Strappandole dalle mani lo zaino prima di far perdere le proprie tracce. Una versione che ha iniziato a traballare mano a mano che gli inquirenti hanno cercato di approfondire i vari punti oscuri. Finché la minorenne, messa alle strette, avrebbe confessato di essersi inventata tutto. Per far luce sui motivi del suo comportamento la Procura con ogni probabilità disporrà un colloquio con l'aiuto di uno psicologo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va a scuola piena di tagli: "Mi hanno picchiata". Ma se l'era inventato

VeneziaToday è in caricamento