menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La ragazzina ha la mononucleosi, "i medici non se n'erano accorti"

Una 15enne mestrina 7 giorni fa avrebbe accusato febbre a 40 e occhi gonfi: medico di base e pronto soccorso le avrebbero prescritto Tachipirina

Aveva 40 di febbre e gli occhi molto gonfi, sarebbe stata sballottata dal pronto soccorso allo studio del medico di base. Aveva la mononucleosi, ma nessuno se ne era accorto. Solo dopo una settimana di cure a base di Tachipirina, sarebbe stata accertata la presenza della pericolosa malattia. La storia è riportata dal Gazzettino e riguarda una 15enne di Mestre che avrebbe contratto la cosiddetta “malattia del bacio”, trasmissibile attraverso la saliva. Una patologia che dovrebbe indurre a prestare molta attenzione all’utilizzo di stoviglie, cibo e altri utensili.

Giovedì scorso sarebbe scoppiata una febbre da cavallo e i genitori l’avrebbero subito portata al pronto soccorso dell’ospedale All’Angelo di Mestre immaginando che si trattasse di una reazione allergica. I medici l’avrebbero dimessa prescrivendo Tachipirina 1000 per abbassare la febbre, invitandola intanto a farsi i prelievi del sangue. L’Ulss però le avrebbe dato appuntamento per l’esito per venerdì 5 settembre, praticamente una settimana dopo.

Lunedì la giovane è stata accompagnata dal medico di famiglia: “Continui a prendere Tachipirina e attendiamo gli esiti degli esami”, sarebbe stata la risposta del medico. Ma la madre non ci sta, vuole vederci chiaro: la figlia è stata accompagnata da un altro medico per una visita privata e il nuovo dottore le ha prescritto analisi urgenti in un laboratorio privato. L’esito è stato immediato: mononucleosi. Per fortuna la malattia sarebbe stata contratta in forma blanda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento