menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(archivio)

(archivio)

Rapina in tabaccheria, titolare minacciato con una siringa

L'episodio all'alba di giovedì in via Piave a Mestre. Tra i due anche una colluttazione

E' entrato in tabaccheria, ha estratto una siringa e l'ha puntata contro il titolare. Tra i due c'è stata una colluttazione e, alla fine, il rapinatore è riuscito a prelevare del denaro e se n'è andato. La polizia sta cercando un uomo che giovedì mattina, intorno alle sei e mezza, ha derubato il proprietario di un'attività commerciale di via Piave, a Mestre. 

Il rapinatore, alto, apparentemente giovane e con accento veneto, ha minacciato la vittima con una siringa. Quest'ultima ha cercato di resistere ma, alla fine, il malvivente è riuscito ad allontanarsi con un bottino di cento euro.

E' stato arrestato, invece, un 41enne ceco che mercoledì all'ora di pranzo ha tentato una rapina al supermercato Eurospar di via Carducci. L'uomo ha cercato di rubare due bottiglie di liquore, nascondendole sotto il giubbino. Diretto all’uscita senza pagare, è stato fermato prima dagli addetti alla sicurezza, a cui ha sferrato un pugno, poi è stato bloccato dagli agenti della squadra volanti. Durante le fasi dell’identificazione il 41enne, ubriaco, ha avuto un comportamento aggressivo, cercando più volte di colpire i poliziotti e rifiutandosi categoricamente di indossare la mascherina.

E' stato quindi arrestato per tentata rapina impropria, lesioni, resistenza e danneggiamento aggravato. Giovedì mattina il giudice lo ha condannato a due anni di reclusione e 600 euro di multa, con la sospensione condizionale della sola pena detentiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento