menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terrore alla stazione: sequestrato in auto da Mestre fino a Padova

Due veneziani arrestati dalla polizia del capoluogo euganeo: avevano tentato di prelevare con il bancomat della vittima, che è riuscita a scappare

Sequestrato da una coppia di malviventi per due lunghe ed interminabili ore. Domenica notte, alle 4, in stazione a Mestre, uno studente italiano di 24 anni, originario dello Srilanka ma residente a Maserada sul Piave (Treviso), è stato avvicinato da una donna, mentre si trovava a bordo della propria auto, una Opel Astra. La sconosciuta gli ha chiesto di accompagnarla a Padova, ma il ragazzo ha spiegato di essere diretto nel Trevigiano.

IL SEQUESTRO. Nel frattempo, un uomo, complice della donna, è salito in macchina, puntandogli contro un oggetto appuntito, forse una lama, imponendogli di dirigersi verso il capoluogo euganeo. In auto è salita anche la sconosciuta e al giovane non è restato altro che eseguire gli ordini della coppia. Sono stati minuti di angoscia per lo studente, che, all'altezza di corso del Popolo, è stato obbligato a consegnare ai due sequestratori il proprio bancomat e il pin della carta.

IL BANCOMAT. Tutti e tre sono smontati dall'auto. Mentre l'uomo della coppia si recava allo sportello di una banca in piazza de Gasperi, la donna teneva sotto controllo la vittima. Fortuna ha voluto che l'istituto di credito non possedesse un bancomat esterno. Il malvivente non ha potuto fare altro che entrare nella bussola, e, approfittando della situazione, il giovane ha iniziato ad urlare e a correre verso la propria auto, inseguito dalla rapinatrice.

UN PASSANTE CHIAMA LA POLIZIA. Attimi convulsi, in cui il ragazzo, salito in macchina con la donna alle calcagna, ha tentato di spostarla, senza tuttavia riuscirci. L'auto era infatti parcheggiata in un vicolo stretto e a senso unico, e, nonostante svariate manovre, il giovane non ha potuto scappare. Il trambusto è, però, stato notato da una passante, che non ha esitato ad allertare la polizia.

ARRESTATI I DUE FIDANZATI SEQUESTRATORI. Sul posto è arrivata una  volante, ponendo fine ad un incubo e riuscendo a stringere le manette ai polsi di entrambi i malviventi. Si tratta di Sara S., 37 anni, e del suo fidanzato, Manuel S., 31 anni, tutti e due residenti a Venezia città, con un passato da tossicodipendenti e diversi porecedenti per reati contro il patrimonio. La coppia è stata accompagnata in carcere, accusata di sequestro di persona e rapina in concorso. All'uomo è stata inoltre contestata l'appropriazione indebita di carte di credito. Sotto sequestro una lametta appuntita, che non sarebbe tuttavia l'arma usata per minacciare la vittima, e una siringa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento