rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Mestre Mestre Centro / Via Piave

Rapinato in via Piave, gli blocca il piede e mette la mano sotto la giacca: "Ho una pistola"

E' successo di notte nei giorni scorsi a un veneziano che stava camminando. E' stato fermato da un delinquente che ha dichiarato di avere un'arma. Poi la fuga con i soldi

Lo ferma con una scusa poi, prendendolo alla sprovvista, gli mette il piede sopra al suo. Bloccandolo. Poi mette la mano nel giubbotto e mostra qualcosa all'interno. Una finta? La verità? Per la vittima dell'ennesima rapina notturna in via Piave a Mestre tanto è bastato per consegnare i soldi che aveva con sé. Poca cosa, circa 20 euro o anche meno. La rapina nei giorni scorsi, in piena notte, quando un veneziano viene bloccato mentre stava camminando per il marciapiede da un malintenzionato che sibila: "Ho una pistola". Il messaggio è inequivocabile, anche se un'arma la vittima non l'ha mai vista. Solo qualcosa sotto la giacca.

Per fortuna nessuno si è fatto male, anche perché la vittima, vista la situazione, avrebbe cercato di limitare i danni più possibile. Una volta consegnati i soldi, il delinquente ha fatto dietrofront ed è scappato facendo perdere le proprie tracce per le strade del circondario. Sul posto si sono portate le volanti della polizia, che hanno soccorso la vittima e pattugliato la zona. Ma del fuggitivo nemmeno l'ombra. L'aggressione fa il paio con un'altra rapina che sarebbe stata perpetrata in via Aleardi nei confronti di un 57enne (sulla veridicità del suo racconto sta cercando di far luce la polizia) e di due tentati colpi con coltello in centro a Mestre tra via Colombo e piazza XXVII Ottobre. A perpetrarli un 23enne marocchino poi arrestato dalle volanti dopo essere stato individuato in via Olivi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinato in via Piave, gli blocca il piede e mette la mano sotto la giacca: "Ho una pistola"

VeneziaToday è in caricamento