menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giulia Antonielli con la madre biologica

Giulia Antonielli con la madre biologica

"Vorrei tanto abbracciare mio fratello: Alvise è stato dato alla luce a Mestre 32 anni fa"

Giulia Antonielli, 28enne di Aprilia, sta cercando il suo fratello maggiore. Le loro vite si sono divise subito: "Ho scoperto che esiste dopo aver conosciuto la mia madre biologica"

"So poco di lui, vorrei tanto riabbracciarlo". Gli indizi sono davvero risicati ma la speranza di Giulia Antonielli è di ritrovare quel fratello che non ha mai avuto la possibilità di conoscere veramente. Non hanno convidiso la gioventù e nemmeno l'adolescenza, ma ora, all'età di 28 anni, i cocci potrebbero essere rimessi assieme. "Serve fortuna - dichiara la giovane donna - io però ci credo". Giulia è alla ricerca di Alvise ("ma non sono nemmeno sicura del suo nome"), nato il giorno dell'Epifania del 1986. Oggi avrebbe 32 anni e chissà la vita dove l'ha portato.

"Chiedo aiuto a chi può avere notizie"

"Da poco ho conosciuto la mia madre biologica - continua Giulia, che è nata a Terni e ha vissuto a Perugia con la famiglia adottiva - Ora risiedo ad Aprilia da 8 anni e ho un bimbo di 7. Mi sono costruita una vita, ma riabbracciando i miei fratelli sarà ancora più completa". Giulia ha saputo da poco di avere 3 fratelli, e ora il suo cruccio è di ricostruire il proprio nucleo famigliare: "Sarebbe fantastico se riusciste a darmi una mano - sottolinea - Mia madre è stata una grande viaggiatrice e per questo ci siamo persi tutti di vista".

"Sarebbe bello conoscerlo"

Una storia che accomuna tanti figli dati in adozione: rimangono sottotraccia finché, in alcuni casi, non si arriva a un lieto fine: "Io sono stata adottata subito - conclude Giulia - So che per Alvise, il primo figlio di mia madre, la nonna gli aveva comprato box e culla e hanno fatto una visita in Pediatria, ma poi anche lui è stato affidato agli assistenti sociali. Sarebbe bello conoscerlo, far luce sulle mie radici".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento