menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricorso di gruppo contro l'autovelox: "Migliaia di multe sono troppe. Forse colpa del caldo"

Mestre: l'apparecchio, posizionato poco prima dell'uscita dalla tangenziale, secondo gli automobilisti non funzionerebbe a dovere. Totalmente contrario il parere del capo dei vigili

Rivolgersi a un giudice di pace presentando quante più “testimonianze” possibile: questo l’obiettivo, lo riporta il Gazzettino, di un gruppo di amici e colleghi che punta il dito contro un presunto malfunzionamento del nuovo autovelox di via Martiri della libertà.  

L’apparecchio, posizionato in prossimità dell’uscita dalla tangenziale, avrebbe comportato migliaia di multe solo nella sua prima settimana di "servizio", ad oggi si attesterebbe intorno alle 250 di media. Questo scarto sarebbe dovuto, secondo gli automobilisti, alle alte temperature di agosto, che avrebbero compromesso la taratura dell’autovelox.

Su questo punto è però inamovibile il comandante della polizia municipale di Venezia, Marco Agostini, che sostiene non ci sia nessun problema con la taratura e che, al più, in caso di forte caldo l’autovelox è programmato per bloccarsi. A questa considerazione ha aggiunto un invito rivolto agli automobilisti: “Rispettate gli 85 chilometri orari e non prenderete la multa". C'è infatti un margine di 5 chilometri per evitare possibili problemi ai tachimetri delle auto.

Il problema non sembra destinato però a risolversi presto, anche perchè i multati sostengono di aver dovuto pagare nonostante non avessero superato il limite di velocità: nel frattempo l'autovelox è già stato danneggiato una decina di volte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento