menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Prima la lite sul tram, poi mi hanno seguito e mi hanno colpito con un manganello alla testa"

Un 21enne domenica mattina si trovava in osservazione all'Angelo di Mestre dopo un'aggressione subita in corso del Popolo sabato sera. Facinorosi scappati. Sul posto la polizia

"L'hanno seguito e poi l'hanno colpito in testa con un manganello, stamattina era ancora in osservazione in ospedale all'Angelo". Aggressione dai contorni ancora poco chiari nella serata di sabato a Mestre: una vicenda che inizia a bordo del tram in zona via Cappuccina e che si conclude in corso del Popolo, dove un 21enne di Marghera, secondo il racconto fornito alle forze dell'ordine, viene colto di sorpresa alle spalle da alcuni facinorosi che non gliele mandano a dire. A segnalare l'accaduto è un conoscente stretto del ragazzo. 

Diverse segnalazioni alla polizia

Improvvisa (e violenta) la rissa scoppia verso le 21: testimoni segnalano alla centrale operativa della questura urla, bastoni e spranghe. Più d'una le telefonate alla polizia: quando le volanti giungono in corso del Popolo vengono avvicinate dalla titolare di una bar che racconta come il diverbio abbia coinvolto anche il suo plateatico, tra tavolini e sedie rovesciate. Il 21enne, finito in ospedale, parla di un'aggressione bella e buona da parte di 8 o 9 giovani di probabili origini dell'Est Europa, forti della loro superiorità numerica nei suoi confronti e dei suoi amici.

Diverbio sul tram, poi l'aggressione

La scintilla iniziale sarebbe scattata sul convoglio Actv, dopodiché la vittima sarebbe scesa in via Cappuccina con gli amici e si sarebbe incamminata verso corso del Popolo. Lì, in corrispondenza di una laterale, sarebbe stato aggredito dai rivali, che evidentemente l'hanno seguito per alcune decine di metri. Il ferito è stato colpito alla testa e per questo motivo si è recato al pronto soccorso dell'ospedale dell'Angelo. Quando i poliziotti arrivano in corso del Popolo, infatti, non c'è più nessuno: vengono informati dai medici solo in un secondo momento che da loro si era presentato un 21enne ferito alla testa. I sopralluoghi in zona hanno permesso di individuare un manganello telescopico ora posto sotto sequestro per ulteriori accertamenti. Potrebbe trattarsi dell'arma con cui il margherino è stato colpito al capo. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Mestre

Avviata la riqualificazione di piazzale Cialdini con il nuovo ponte sull'Osellino

Attualità

Giorno della Memoria 2021: il calendario delle iniziative

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento