menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si innamorano della stessa donna, clochard sfregiato al volto a Mestre

La rissa verso le 6 della mattina di domenica in piazzale Donatori di Sangue. Un austriaco ha riportato una ferita da taglio sotto il mento

Si invaghiscono della stessa donna, e alla fine vengono alle mani. Una "trama" che si ripete uguale di secolo in secolo. Del resto l'amore non ha confini né età, e stavolta si è insinuato nella comunità di clochard che bazzica da tempo nella zona di piazzale Donatori di sangue a Mestre.

Verso le 6 di mattina di domenica, infatti, scoppia una lite tra un senzatetto di origini austriache di circa 40 anni e un senza fissa dimora di nazionalità bengalese. Per cercare di capire cosa sia successo serve affidarsi alla versione dei fatti fornita dal cittadino europeo ai poliziotti, intervenuti sul posto. All'alba quindi scatta la rissa: prima volano parole grosse, poi si passa alle mani. Il nodo del contendere tra i litiganti pare sia una clochard italiana su cui entrambi hanno messo gli occhi. Questa la "scintilla" che ha fatto scattare la zuffa, rinvigorita dall'alcol.

Ubriachi, i due se le sarebbero suonate di santa ragione finché il bengalese non avrebbe estratto un coltello. A quel punto il suo interlocutore sarebbe stato raggiunto dalla lama appena sotto il mento. Uno sfregio che pochi centimetri più in basso avrebbe potuto rivelarsi ben più grave. Fatto sta che l'intento del clochard con ogni probabilità era di avvertire l'austriaco che quella donna non l'avrebbe dovuta toccare. Lasciandogli un segno il più possibile permanente sul volto. Quando gli agenti delle volanti sono intervenuti sul posto, però, hanno trovato solo l'austriaco ferito. Degli altri personaggi della "storia d'amore" non c'era più traccia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento