menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si picchiano e si lanciano cocci di bottiglia tra i passanti, denunciati

La lite mercoledì pomeriggio in via Piave a Mestre. Un marocchino e un senegalese, sporchi di sangue, sono stati bloccati a terra dalla polizia

Non hanno trovato di meglio da fare che affrontarsi a suon di cocci di vetro e colli di bottiglia. In mezzo alla strada. Lanciandoseli con il pericolo di colpire anche ignari passanti. Trambusto mercoledì pomeriggio in via Piave a Mestre, in un orario di intenso transito di auto e pedoni. I due protagonisti della vicenda, sui trent'anni, sono peròò stati messi rapidamente in condizione di non combinare più guai. Tradotto: nel momento in cui si sono affrontati, un quarto d'ora dopo le 17, stava transitando per un giro di controllo una volante della questura. Tra l'altro uno di quegli equipaggi recentemente messi in campo per prevenire anche la minaccia terroristica.

Compreso che la situazione avrebbe potuto degenerare, mettendo a rischio l'incolumità altrui, gli agenti sono intervenuti bloccando a terra i due facinorosi, "disarmandoli" e identificandoli. Un'azione precisa, in grado di riportare in pochi istanti la tranquillità nell'area vicina alla stazione ferroviaria. Nel frattempo sul posto erano intervenute altre due volanti. I litiganti, che avevano le mani sporche di sangue a causa delle ferite causate dai pezzi di vetro che si lanciavano a vicenda, sono stati denunciati per porto abusivo di oggetti atti a offendere. Si tratta di un ciittadino marocchino residente a Mira, cui è stato consegnato un foglio di via obbligatorio dal territorio del Comune di Venezia, e di un cittadino senegalese inottemperante all'ordine di espulsione del questore. Per lui dunque una misura più pesante rispetto al "rivale", con ogni probabilità finito nel mirino per motivi di spaccio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento