menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rissa in strada (archivio)

Rissa in strada (archivio)

Ancora risse in via Verdi, gli spaccano una bottiglia in testa

Sabato un cittadino ha chiesto aiuto ai carabinieri ferito e sanguinante. Il colpevole è stato denunciato grazie a una telecamera di sicurezza

Altra rissa a distanza di pochi giorni da quella che ha visto essere ricoverato all'ospedale uno studente mestrino sfregiato da un profondo taglio allo zigomo. Stavolta a rimanere vittima della violenza altrui è stato un cittadino straniero che si trovava nelle vicinanze di un bar di via Verdi. Per futili motivi, ma anche per l'alcol che già aveva fatto capolino durante la serata, verso le undici di sabato scorso tre litiganti iniziano a darsele di santa ragione. Alla fine della zuffa uno del trio ha chiesto aiuto alla caserma dei carabinieri di via Miranese. Si è presentato con la testa "rotta e sanguinante" (come spiegano gli stessi militari) verso la mezzanotte. E' stata chiamata sul posto un'ambulanza e sono subito iniziate le indagini per capire chi fosse stato a ridurre a quel modo il rivale.

Gli agenti hanno accertato che dapprima i tre si erano iniziati a picchiare a mani nude. Poi avevano iniziato a usare contro gli interlocutori qualsiasi cosa gli capitasse in mano, compresa una bottiglia di vetro. Scagliata in testa al ferito. Visto che la situazione stava prendendo una piega pericolosa i due si sono subito dileguati, cercando di evitare conseguenze peggiori. Lasciando da solo il malcapitato che poi ha chiesto aiuto ai carabinieri.

Grazie a una telecamera di sorveglianza gli investigatori dell'Arma sono riusciti a risalire all'esecutore materiale dell'aggressione. Colui che aveva spaccato la bottiglia in testa al rivale. In alcuni frame di una videocamera di un esercizio commerciale di via Miranese, infatti, si vede il fuggitivo passare davanti all'obbiettivo con una ferita alla mano. Con ogni probabilità causata proprio dai cocci di vetro "esplosi". Si tratta di un cittadino tunisino, riconosciuto dalla vittima della rissa, ora denunciato per lesioni personali aggravate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento