San Giuliano San Giuliano / Via San Giuliano

Arriva la Challenge Venice, triathlon tra laguna e terraferma. Limitazioni al traffico di Mestre

Modifiche alla viabilità mestrina in occasione della manifestazione sportiva di domenica 11 giugno. Coinvolte in parte via Orlanda e via Martiri, presenti polizia locale e protezione civile

Arrivano i super-sportivi della Challenge Venice 2017, seconda edizione della manifestazione di triathlon full distance in programma domenica 11 giugno nella città lagunare. In vista della giornata di sport il comandante della polizia municipale, Marco Agostini, ha emanato un'ordinanza a tutela della viabilità con obblighi, divieti e prescrizioni. La manifestazione vedrà atleti professionisti e amatoriali confrontarsi in tre specialità (nuoto, bici e corsa) in un ampio tratto della viabilità del comune di Venezia, e non solo. Sono coinvolte anche parte di via Orlanda e via Martiri, con ingressi vietati dalle 7 alle 10 nelle vicinanze della rotonda di San Giuliano. TUTTI I DETTAGLI NELL'ORDINANZA COMUNALE COMPLETA.

La gara prevede una prima tappa a nuoto di 3,8 chilometri da San Giobbe a Venezia fino al Parco San Giuliano a Mestre, una seconda tappa di 180 chilometri in bicicletta con un percorso che si sviluppa nei territori dei Comuni di Venezia, Meolo, Marcon, Monastier, Quarto d'Altino, Roncade e San Donà di Piave e un ultimo tratto di corsa, sulla distanza della maratona (42 km), all'interno del Parco di San Giuliano. Imponente l'impegno del sistema comunale di protezione civile: saranno più di 80 i volontari che, dalle 7 alle 17, saranno dislocati lungo il percorso della gara ciclistica all'interno del territorio comunale, in ausilio alla polizia locale, con compiti di prevenzione di possibili rischi per atleti e cittadini, di presidio della viabilità che interseca il percorso di gara e di informazione alla cittadinanza, con l'obiettivo di ridurre al minimo i disagi dovuti alle chiusure e alle deviazione di alcune strade lungo il percorso.

Il coordinamento generale delle attività sarà attuato al Centro Operativo Misto (COM) istituito dalla Prefettura nella sede del Comando dei vigili del fuoco di Mestre e nel centro operativo comunale di via Lussingrande a Mestre, in cui saranno presenti complessivamente dieci funzionari dell'ufficio comunale di protezione civile. A supportare i volontari del Comune di Venezia anche una quindicina di volontari di protezione civile da altri comuni (Martellago, Sant'Angelo di Piove di Sacco, Saletto, Maserada e Treviso) e una ventina di volontari dell'Associazione Nazionale Carabinieri (ANC) di Venezia, Chioggia e San Stino, per un totale complessivo di quasi 120 unità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva la Challenge Venice, triathlon tra laguna e terraferma. Limitazioni al traffico di Mestre

VeneziaToday è in caricamento