menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rientra dalla gita in barca con gli amici, si accascia a terra e muore

Ha perso la vita Paolo Salviati, 75 anni, segretario della società Canottieri Mestre. Sabato mattina era uscito in laguna con alcuni amici

La morte per lui è arrivata senza preavviso, al termine di una mattinata trascorsa a praticare la sua passione. Sabato Paolo Salviati, 75 anni, era uscito con gli amici per una gita in jole a quattro: tutti soci della Canottieri Mestre, partiti per una puntata a San Giorgio e di ritorno a San Giuliano per le 14. In quel momento, come riporta il Gazzettino, avviene la tragedia: Salviati si accascia al suolo e non dà più segni di vita.

Immediatamente gli amici tentano di soccorrerlo, tra loro anche un'infermiera dell'Angelo che gli pratica il massaggio cardiaco fino all'arrivo dell'ambulanza. Ma è tutto inutile, l'uomo è ormai deceduto probabilmente a causa di un infarto fulminante. Sul posto arriva pure una volante della polizia, gli agenti provvedono a informare il magistrato di turno.

Segretario della società e consigliere con Alberto Vianello e Paolo Cuman della sezione Canottaggio, Salviati era considerato un pilastro della Canottieri Mestre. Ne faceva parte dal 1978, soltanto la sera prima era stato a una cena organizzata dai soci amatoriali. Nulla aveva fatto presagire ciò che sarebbe successo. Era ingegnere ed ex dirigente bancario nel settore informatico, con la passione per la musica. Viveva a Mogliano, lascia la moglie e due figli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento