menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Riordino polo nautico San Giuliano, rendering

Riordino polo nautico San Giuliano, rendering

Polo nautico di San Giuliano: sarà pronto a febbraio del prossimo anno

Saranno abbattute le baracche provvisorie di ricovero dei natanti, vedranno la luce 5 elementi a due piani con spogliatoi, servizi, uffici, palestre e sale polivalenti

Le imprese appaltatrici Setten Genesio spa e Radar srl sono pronte a partire con i lavori di riordino del polo nautico di punta San Giuliano. Ieri mattina ha presentato il progetto l'assessore al Lavori pubblici Francesca Zaccariotto, in quarta commissione presieduta dalla consigliera Deborah Onisto. «Uno spazio che la cittadinanza ha a cuore dal punto di vista ambientale, sportivo e sociale», ha detto Onisto.

È prevista la valorizzazione di alcuni immobili, come l'edificio che ospitava la vecchia colonia elioterapica, e la sostituzione di strutture di basso profilo come le tendostrutture attuali per il ricovero delle imbaracazioni. Sarà tutto demolito, al loro posto sorgerà un nuovo corpo di fabbrica costituito da 5 elementi su due livelli, piano terra e soppalcato. Il valore delle opere è di 7 milioni e 800 mila euro, i finanziamenti provengono dal Patto per lo sviluppo di Venezia e i tempi previsti per la realizzazione sono di 11 mesi. Intanto, per 164 mila euro, sono stati fatti gli scavi per la posa di un geotessuto per avere un'area sulla quale posizionare le imbarcazioni spostate. Verranno realizzati due nuovi parcheggi di 1700 metri quadri per 150 posti auto.

Sono 5 le associazioni ad oggi coesistenti sull'area: Canoa club Mestre, Canottieri Mestre, Circolo della Vela Mestre, Circolo velico Casanova e Gruppo sportivo voga veneta Mestre. «Saranno costituite in una nuova società - ha spiegato il vicesindaco Andrea Tomaello - e stiamo lavorando a una concessione o convenzione con il Comune, in modo che si presentino come un solo soggetto e abbiano un unico interlocutore: l'assessorato allo Sport. Le associazioni hanno trovato l'accordo per coesistere - ha proseguito Tomaello - e ora è importante avere spazi per portare quante più persone possibili a fare attività sportiva. Un intervento che valorizza questa parte del territorio».

A nord dei campi da tennis, gli attuali spogliatoi inadeguati alle previsioni della federazione sportiva Coni, saranno demoliti e verranno spostati al piano superiore delle 5 nuove costruzioni. L'amministrazione vuole tenere l'area nord, verso il Seno della Seppa, come sbocco acqueo del parco verso la laguna. Da lì si vede tutto il centro storico di Venezia. Il vecchio ufficio direzione lavori, di 4 stanze e due bagni, diventerà l'infopoint (per le attività sportive, i corsi, e l'attività nautica). Sono poi previsti due blocchi di servizi igienici, la scala e ascensore per salire al piano primo, e lì spogliatoi, docce, palestre, un'aula per i corsi, uffici e sale polivalenti.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento