rotate-mobile
San Giuliano San Giuliano

Scavi alle arcate ostruite del ponte della Libertà: presto lavori su altre cinque

Draghe a pieno ritmo a San Giuliano dopo la pausa di ferragosto, si liberano i canali dai detriti. Intanto proseguono le rilevazioni dell'acqua da parte dei volontari

Sono ripartiti i lavori di scavo in corrispondenza del ponte della Libertà tra Mestre e Venezia per liberare alcuni degli archi dai detriti (soprattutto ostriche) accumulatisi nel tempo. Materiale che ostacola il normale passaggio dell'acqua tra laguna nord e laguna sud, rischiando di modificare il delicato ecosistema delle acque veneziane. Sono operative le draghe delle Ferrovie dello Stato che, dopo la pausa di Ferragosto, stanno completando gli interventi di rimozione su tre degli archi nelle vicinanze di San Giuliano.

È stata inoltre confermata dal provveditorato alle opere pubbliche anche l'assegnazione dell'appalto per ulteriori cinque archi su cui agire nelle prossime settimane. Nel frattempo, con la collaborazione di tecnici del settore, proseguono i lavori di rilievo dei fondali da parte dei volontari della consulta laguna media, che intendono misurare con i dati quanto è cambiata la laguna negli ultimi anni con il progressivo interramento del ponte e dei canali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scavi alle arcate ostruite del ponte della Libertà: presto lavori su altre cinque

VeneziaToday è in caricamento