menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mestre, ondata di scippi al mercato: ladri rintanati nei bar

Sfilza di denunce delle vittime e anche dei titolari dei locali tra piazzetta Coin e via Fapanni. I borseggiatori svuotano portafogli nei bagni

Prima i borseggi, poi dritti nei bagni dei bar per svuotare borsette e portafogli. I locali del centro di Mestre si stanno rivelando le tane ideali per le "mano lesta" che affollano i mercati settimanali. E proprio al mercoledì e al venerdì i gestori e le commesse devono fare la raccolta delle rimanenze dei furti. Un "fenomeno" in via di espansione, secondo il Gazzettino, che porterebbe decine di denunce negli uffici delle Forze dell'ordine veneziane.

Teatro degli scippi sono ancora le strade mestrine, tra via Fapanni e piazzetta Coin, a danno di ignari cittadini e curiosi che si riversano davanti alle bancherelle dei mercati. Il modus operandi è quello tradizionale ed efficace a tal punto da far aumentare i furfanti. Un gesto furtivo, velocissimo: mano dentro borsette e pantaloni e la fuga, verso i bar. Agirebbero solitamente in coppia. Uno ruba e passa rapidamente il bottino al secondo. Il contante sarebbe poi recuperato nei bagni, che a lungo andare diventano depositi di refurtiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento