MestreToday

Pilota entra in farmacia, scivola e si rompe un ginocchio: "Una carriera interrotta"

E' la sventurata storia di un conducente d'aerei inglese, accaduta a Mestre, in via Orlanda, a settembre scorso. L'uomo si è rivolto all'Adico per ottenere un risarcimento

Scivola all'ingresso di una farmacia in via Orlanda a Mestre e si rompe un ginocchio. Non è successo a un anziano ma un giovane uomo di 26 anni, un pilota di aerei di nazionalità inglese. Il fatto è accaduto il primo settembre scorso, secondo quanto riferito dall'associazione dei consumatori Adico, con sede del veneziano.

Chiesto il risarcimento

Proprio a questa si è rivolto il pilota, per chiedere un risarcimento al titolare dell'esercizio pubblico, visto che la caduta gli avrebbe causato pesanti conseguenze sul piano fisico, della carriera ed economico. La farmacia, secondo quanto affermato dalla giovane vittima, avrebbe avuto la colpa di non segnalare adeguatamente la scivolosità del pavimento. Così il giovane, entrando per acquistare alcune medicine verso le 7 di sera, sarebbe scivolato finendo a terra e rimanendovi dolorante, assistito da un collega che lo aveva accompagnato. 

Frattura e riabilitazione

Difficile la situazione del pilota, secondo il racconto, tanto che è stato necessario chiamare l’ambulanza. Il ragazzo trasportato all’ospedale all’Angelo e sottoposto a radiografia ha evidenziato la frattura della rotula con una prognosi iniziale di un mese. “L’incidente – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – ha avuto delle conseguenze molto dure e non solo per motivi fisici. Il giovane pilota, infatti, vedrà ridotto lo stipendio in questo periodo di riabilitazione e, come ci ha riferito preoccupato, dovrà rinviare di un anno il suo esame da comandante”.

L’associazione – che segue molti casi di risarcimento danni – ha contestato alla farmacia di via Orlanda l’assenza di un avviso relativo alla scivolosità della pavimentazione. Per questo, continua Garofolini, “abbiamo intanto chiesto ai titolari se siano in possesso di una assicurazione nel qual caso ne chiederemo l’attivazione per risarcire il socio. Il nostro ufficio legale ha rilevato che le responsabilità della caduta è imputabile esclusivamente alla farmacia stessa, per questo ci attendiamo che le nostre richieste vengano accolte”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento