menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovato il magazzino degli abusivi, sequestro da centomila euro

I carabinieri di Venezia hanno individuato la struttura a Mestre, vicino all'ospedale dell'Angelo: dentro c'erano migliaia di articoli contraffatti

Un magazzino stracolmo di articoli contraffatti pronti per la vendita, dal quale gli abusivi si rifornivano per la loro quotidiana attività di commercio illegale. La scoperta è dei carabinieri, che nei giorni scorsi hanno individuato a Mestre un vero e proprio centro di approvvigionamento, sequestrando migliaia di prodotti per un valore totale di circa 100 mila euro.

L'operazione è scattata in seguito ad altri controlli e sequestri eseguiti recentemente in centro storico: i carabinieri del nucleo natanti di Venezia, insieme ai colleghi delle compagnie di Venezia e Mestre, hanno deciso di approfondire gli spunti investigativi emersi in quelle occasioni per risalire ai canali di rifornimento dei venditori abusivi ambulanti. Per farlo sono ricorsi, tra l'altro, a pedinamenti in borghese, che hanno consentito di individuare, nella zona commerciale di Zelarino, un magazzino gestito da due cinesi con precedenti specifici.

Nei giorni scorsi è quindi scattato il controllo, nel corso del quale sono stati rinvenuti all’interno quasi 20mila prodotti vari tra borse, occhiali da sole, borselli, articoli di bigiotteria, accessori moda e per la casa, cappelli, eccetera. Erano tutti contraffatti o non conformi alla normativa nazionale e comunitaria per la loro commercializzazione, ovviamente sprovvisti di marchiatura CE e potenzialmente pericolosi. Inevitabilmente è scattato il sequestro penale e amministrativo, per un valore commerciale di circa 100mila euro, oltre alle denunce e alle contravvenzioni nei confronti dei titolari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento