menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sgomberate rampa "Troso" e le casette di Forte Marghera: dentro violenza e degrado

Operazioni della polizia municipale. Venti persone fatte sloggiare, riempiti tre autocarri di materassi, mobili e rifiuti. Una donna mostrava i segni di un'aggressione subita poco prima

Prosegue il programma di rigenerazione urbana Oculus, e con esso i servizi di controllo del territorio da parte della polizia locale. Le ultime operazioni di sgombero in ordine di tempo sono quelle effettuate nella mattinata di giovedì nell'area delle "casette" esterne di Forte Marghera, in via Salettuol e nella rampa "Troso".

Venti persone sgomberate

Dalle 7.30 e fino a pomeriggio inoltrato, gli agenti hanno riempito tre autocarri con materassi, letti, mobiletti, tavoli, stufe e immondizia di vario tipo. All'interno delle abitazioni di fortuna risiedevano venti persone di differenti nazionalità, tra cui 3 pakistani di 27, 40 e 49 anni, 2 gambiani di 23 anni, una romena di 29 e un tunisino di 40, l'unico a non essere in possesso di documenti e permesso di soggiorno: per lui sono scattati quindi il fermo e la fotosegnalazione. L'ispezione degli operatori ha portato alla luce le pessime condizioni delle strutture, con il degrado manifestato da immondizia sparsa ovunque e presenza di ratti. La cittadina romena, inoltre, è stata condotta in pronto soccorso per gravi tumefazioni al volto patite a seguito di un'aggressione nel corso della notte. È spettato quindi agli operatori Veritas provvedere al ripristino delle chiusure degli stabili con dei lavori in muratura.

In via Salettuol

Secondo intervento di mattinata, invece, è quello effettuato in via Salettuol a Mestre, dove da tempo i cittadini denunciano una situazione di degrado, per la presenza di tossicodipendenti che utilizzano una rampa di accesso ai garage condominiali per dormire al coperto e drogarsi. Nonostante l'installazione di grate e cancelli, gli agenti hanno sorpreso all'interno due giovani donne: sono in corso gli accertamenti del caso per capire chi abbia fornito alle due tossicodipendenti le chiavi per accedere all'interno dei locali.

Rampa "Troso"

Nei giorni scorsi, sempre nell'ambito del programma Oculus, il servizio sicurezza urbana ha completato lo sgombero della rampa Troso in collaborazione con il personale di Veritas. Nella circostanza sono stati sgomberati una ventina di giacigli, nonché rimossi due autocarri di immondizie varie, tende, mobili, divani e tutto il materiale per improvvisare cucine da campo. Al termine delle operazioni di sgombero, sono inoltre state ripristinate le chiusure in metallo elettrosaldato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento