MestreToday

Sgomberate le palazzine in costruzione di via Sansovino: sette denunciati

All'interno c'erano sette persone che avevano occupato abusivamente gli stabili

Mercoledì mattina la polizia locale sgomberato, nell'ambito del programma di rigenerazione urbana "Oculus",  le palazzine in costruzione in via Sansovino a Mestre, all'intersezione con viale San Marco. Con la denuncia del curatore fallimentare del cantiere edile dismesso, gli agenti hanno dato inizio alle operazioni di sgombero di alcune persone che abusivamente avevano occupato gli immobili e ci bivaccavano stabilmente con materiale di fortuna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In particolare, sono stati identificati sette uomini: un cittadino italiano di 46 anni, un cittadino tunisino di 45, due cittadini iracheni di 25 e 26 anni, un cittadino pakistano di 28, questi ultimi quattro tutti con regolare permesso di soggiorno, un cittadino gambiano di 24 anni, richiedente asilo ed in attesa del parere della commissione e un cittadino bengalese 35enne con pratica di espulsione in corso. Tutti sono stati denunciati per invasione di terreni ed edifici. Grazie al fiuto del cane antidroga sono state trovate, nascoste tra i cespugli, alcune confezioni di marijuana. Durante l'intervento, alla presenza del curatore fallimentare, si è provveduto a interdire gli ingressi dei vani scala. Nei prossimi giorni saranno installati ulteriori sistemi antintrusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento