MestreToday

Daspo urbano per 5 persone sorprese a fumare eroina al parco

Sono stati sorpresi lunedì dagli agenti della polizia locale, nascosti nella vegetazione del parco di via Sernaglia. Per loro anche denuncia e sanzione da 450 euro

Nel pomeriggio di ieri gli agenti della polizia locale di Venezia confondendosi tra le numerose persone presenti in quel momento nel giardino pubblico di via Tasso, hanno notato un uomo di colore seduto su una panchina con atteggiamento sospetto insieme a una tossicodipendente già nota. Dopo aver bloccato ogni eventuale via di fuga, gli agenti si sono avvicinati all’uomo e gli hanno chiesto di aprire lo zaino che portava con sé. Nonostante il tentativo del cittadino di celarne il contenuto, gli operatori hanno trovato due involucri di cellophane che contenevano marijuana per un peso lordo complessivo di circa 30 grammi. Il giovane, di 33 anni e proveniente dalla Guinea Bissau, con precedenti per furto aggravato ed utilizzo indebito di carte di credito, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sorpresi a fumare eroina al parco

Lunedì pomeriggio, invece, la pattuglia del Nucleo pronto impiego, in sella ai quad di ordinanza, in perlustrazione ha scorto nella parte centrale del parco di via Sernaglia, seminascoste dalla vegetazione, cinque persone in evidente stato di tossicodipendenza intente a bivaccare e fumare eroina: si trattava di due ragazze, la più giovane di 19 anni, l’altra di 24, e di tre uomini di 40, 34, 58 anni provenienti da Concordia Sagittaria, Chioggia, Pordenone e Mestre. Dopo essere stati tutti sanzionati con una multa di 450 euro, sono stati obbligati a ripulire l’area che avevano sporcato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento