menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpreso con la droga in via Monte San Michele, in questura manda ko un militare

Un 20enne nigeriano è stato arrestato domenica scorsa dopo aver causato un grande trambusto. Aveva con sé diverse dosi di marijuana e un ovulo di cocaina in bocca

Ha cercato di liberarsi della droga senza farsi vedere, ma non ci è riuscito. Nel pomeriggio di domenica scorsa la polizia ha arrestato in via Monte San Michele a Mestre, una zona nota per problemi di spaccio, un cittadino nigeriano di 20 anni con precedenti in materia di stupefacenti. Il controllo è scattato grazie alla segnalazione di un cittadino. Il giovane è stato bloccato e identificato, dopodiché è stato fatto salire a bordo dell'auto di servizio.

D.S. ha quindi cercato di liberarsi dello stupefacente che aveva con sé, ma senza successo. Gli uomini in divisa hanno recuperato 12 involucri di cellophane contenenti 45 grammi di marijuana. Nessun dubbio sul fatto che il ragazzo fosse lì per spacciare. Ma non era finita qui: giunti in questura, gli agenti si sono accorti che D.S. nascondeva un ovulo di cocaina in bocca. Alla richiesta di consegnarlo, il 20enne sarebbe andato su tutte le furie.

Tanto che gli operatori hanno chiesto l'intervento dei militari dell'esercito impegnati nell'operazione "Strade sicure". Uno dei militari sarebbe anche stato scaraventato a terra dall'esagitato. La successiva perquisizione domiciliare nei confronti del 20enne ha portato al sequestro di un bilancino di precisione e di 1.200 euro in contanti, considerati probabile provento di spaccio. Al termine degli accertamenti per D.S. sono scattate le manette. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento