menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il commissariato di Mestre

Il commissariato di Mestre

Il loro appartamento era diventato il "super" della droga: sequestrata eroina pura

Un 25enne tunisino giovedì è finito in manette a Mestre, la compagna 19enne è stata denunciata. I residenti avevano segnalato un viavai sospetto, poi il blitz della polizia

Il viavai era quantomeno sospetto e per questo motivo ha attirato l'attenzione degli agenti della polfer che poi hanno segnalato tutto al commissariato di Mestre. I poliziotti hanno arrestato un cittadino tunisino, B.N., 25enne, per traffico di stupefacenti e denunciato a piede libero per lo stesso reato la convivente, una 19enne italiana. In pratica il loro appartamento di via Filiasi era diventato una sorta di supermercato della droga: i residenti del condominio hanno iniziato a insospettirsi per le frequenti visite nelle vicinanze di gente in macchina o in moto. L'inquilino scendeva a piedi e consegnava di volta in volta l'eroina all'acquirente di turno. Un movimento discreto che coinvolgeva di volta in volta professionisti e insospettabili che difficilmente si sarebbero fatti vedere nelle zone "calde" dello spaccio. L'eroina veniva spacciata "pura", non tagliata. Cinquanta euro circa al grammo: un mercato diverso rispetto a quello della stazione.

Sequestrati 130 grammi di eroina pura

Il blitz giovedì: gli agenti hanno fatto irruzione nell'appartamento e hanno sequestrato 130 grammi di eroina in sasso, pronta a essere smerciata. Oltre a bilancini di precisione, materiale adatto per il taglio e il confezionamento e a 1.300 euro in contanti. Il sequestro fa il paio con l'arresto di alcuni giorni fa in un albergo di un cittadino romeno sorpreso in possesso di 42 chili di eroina pura. Una quantità enorme e sul punto insisitono le indagini della squadra mobile. Il 25enne tunisino, che ha precedenti specifici, al termine degli accertamenti è finito in manette e venerdì mattina è stato sottoposto a direttissima. La compagna è stata denunciata a piede libero, sempre per traffico di stupefacenti. 

Altri 2 arresti

Sempre giovedì gli agenti del commissariato di Mestre hanno arrestato anche due pregiudicati italiani in esecuzione di mandati emessi dall'autorità giudiziaria. F.M., 38enne, dovrà scontare una pena detentiva fino a luglio per evasione e falsità di certificazioni, A.L., ladro seriale, dovrà invece restare in carcere fino a luglio 2019 per ripetute razzie in appartamento. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento