menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pusher continua a gestire il giro di spaccio dai domiciliari: finisce in carcere

Nuovo arresto per uno spacciatore di Mestre, che una volta ricevuti gli ordini li faceva gestire a un complice

Era ai domiciliari, ma questo non gli ha impedito di continuare a gestire la sua attività di spaccio. E' finito in carcere nelle scorse ore A.B., pusher tunisino, che gli agenti del commissariato di Mestre hanno scoperto non aver mai interrotto il suo giro d'affari. 

L'uomo è stato incastrato dopo l'arresto di un connazionale, O.T., considerato il suo complice. Gli investigatori hanno scoperto che dietro a quest'ultimo c'era lo spacciatore già noto e posto ai domiciliari. Gli acquirenti continuavano a rapportarsi con A.B. che, però, non potendo uscire di casa, affidava le consegne e la gestione degli scambi a O.T. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Torna in vigore da oggi l'ordinanza anti assembramenti

  • Attualità

    L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

  • Cronaca

    In fiamme un autoarticolato carico di bovini

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento