menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciano eroina nascondendola nella bocca, due pusher nei guai

Un 38enne palestinese mercoledì pomeriggio è stato arrestato in via Piave a Mestre per espiare una pena di un anno. Denunciato il complice

Era da qualche giorno che era comparso dalle parti di via Piave a Mestre. Accompagnandosi con altri complici di probabili origini magrebine. Subito, però, la sua presenza ha destato sospetti tra le forze dell'ordine, specie tra i componenti del Gamm, il Gruppo Anticrimine Mestre Marghera della polizia, che l'hanno seguito per qualche giorno finché non è stato colto in fallo.

Mercoledì pomeriggio, infatti, un 38enne di origini palestinesi è finito in manette a causa di una precedente condanna per spaccio di sostanze stupefacenti a un anno e due mesi di reclusione. Una volta bloccato e identificato, per lui sono scattate le manette, oltre all'ennesima denuncia in fatto di droga. Il 38enne si era messo a spacciare in via Piave con un complice a poca distanza dai poliziotti in borghese, che l'aspettavano al varco. A un certo punto un giovane tossicodipendente ha raggiunto la coppia di pusher e ha tirato fuori diciotto euro per una dose di eroina.

Lo spacciatore più anziano ha quindi preso il denaro, mentre l'altro consegnava la dose all'acquirente dopo averla sputata dalla bocca. A quel punto si è reso possibile l'intervento in flagranza di reato: i due malviventi hanno cercato di fuggire di corsa ma sono stati fermati dopo pochi metri in via Fogazzaro. Dopodiché sono stati accompagnati in questura per accertamenti. Il sodàle, un 21enne tunisino, è stato denunciato per spaccio, mentre per il 38enne si sono aperte le porte del carcere di Santa Maria Maggiore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento