rotate-mobile
Mestre Mestre Centro / Viale Stazione

"Il triangolo dello spaccio? La situazione è drammatica, serve un presidio 24 ore su 24"

I CittadiniDiVenezia tornano a puntare il dito contro la microcriminalità che caratterizza la zona della stazione e altre strade mestrine: "Con la primavera sarà ancora peggio"

"Triangolo dello spaccio? La situazione è peggiorata un po' ovunque. L'unica soluzione è avere un presidio tutte le ore delle forze dell'ordine. Che siano presenti sempre". In poco meno di un'ora di "passeggiata" in zona stazione ferroviaria a Mestre giovedì sono state documentate almeno 4 scene che riportano d'attualità il problema dello spaccio in città: tra "buchi" alla luce del sole, siringhe nel sottopasso di via della Giustizia, spinelli fumati sul marciapiede e tossici che si fanno in via Ulloa e in via Giustizia, l'orizzonte non appare così roseo (DETTAGLI, FOTO, VIDEO). Nonostante i contemporanei controlli in via Monte San Michele con Kuma, che grazie al suo fiuto continua a permettere sequestri di chili di stupefacenti.

E' una battaglia impari. E per combatterla servirebbero più uomini e più mezzi: "Dopo pochi minuti dal passaggio degli uomini in divisa tutto torna come prima - commentano i CittadiniDiVenezia, che da qualche mese inviano una raccolta firme mensile al sindaco Luigi Brugnaro segnalando le zone calde del degrado del centro mestrino - pensiamo che le istituzioni non abbiano la percezione della gravità della situazione. Noi e loro vediamo due realtà ben diverse".

Viaggio nel "triangolo della droga" di Mestre

Secondo i residenti il problema è più esteso a livello territoriale: nelle loro denunce a più riprese si segnalano anche le criticità in via Cappuccina, in via Fogazzaro e in zona corso del Popolo: "Ma ci sono anche via Sernaglia e piazzale Baisnizza - dichiarano - il piazzale per esempio è tornato a essere un problema nonostante abbiano tolto le panchine. Spacciano tutto il giorno". Quello che chiedono i CittadiniDiVenezia sono presìdi di legalità 24 ore su 24: "Altrimenti queste aree restano fuori controllo - sottolineano - con la primavera e il cambio dell'ora crediamo che tutto peggiorerà ulteriormente. Lo temiamo e lo diciamo prima, affinché si possano prendere contromisure. Ci si deve rendere conto - concludono - che la situazione è drammatica". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il triangolo dello spaccio? La situazione è drammatica, serve un presidio 24 ore su 24"

VeneziaToday è in caricamento