menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di droga, furti di bici e aggressioni agli agenti: in carcere criminale recidivo

Giovedì l'esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare da parte degli uomini della polizia ferroviaria. In manette un 27enne tunisino che si trovava già recluso a Venezia

Arriva l'esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere per E.F., 27enne tunisino "pizzicato" diverse volte a compiere crimini legati ai furti e allo spaccio. Ad eseguire l'ordinanza, così come disposto dal tribunale di Venezia, ci ha pensato giovedì mattina il personale della polizia ferroviaria in servizio nella stazione di Mestre.

La richiesta era stata avanzata dagli stessi agenti della polfer dopo che era scattata l’ennesima denuncia nei confronti dell’uomo, il quale, in quell’ultima circostanza, si era reso colpevole dei reati di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e false attestazioni. La necessità di porre fine alla sua attività delittuosa era dettata dal fatto che l'uomo, già da parecchi anni irregolare in Italia, aveva alle spalle un lungo curriculum delinquenziale. Non solo è stata riscontrata una "spiccata inclinazione a compiere reati", ma anche "l’alta probabilità di reiterazione", oltre al concreto pericolo di fuga dettato anche dal suo stato di clandestinità.

Solo nell’ultimo periodo, infatti, oltre che essere stato fermato più volte per spaccio di droga, era anche stato colto in flagranza di reato dagli agenti polfer mentre, tenaglia alla mano, cercava di rubare le biciclette fissate alle rastrelliera del park bici della stazione di Mestre. L’uomo, inoltre, ha sempre manifestato un temperamento irruento, reagendo violentemente e opponendo resistenza ogni volta che veniva fermato. Non per niente la notifica dell’ordinanza gli è stata consegnata direttamente nel carcere lagunare, dove già si trovava per un altro reato commesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento