menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiama la polizia: "Auto sospetta". Ma è solo una coppia appartata

Mercoledì un residente in strada della Motorizzazione a Mestre ha preso un granchio: le volanti sono intervenute ma non hanno rilevato nulla di irregolare

Contatta la polizia per dei movimenti sospetti, ma si scopre che è tutto un malinteso: l'intervento (a vuoto) delle volanti del 113 è avvenuto mercoledì pomeriggio, a Mestre. Erano le 17.30 quando un residente in strada della Motorizzazione ha chiamato la centrale operativa per segnalare due persone sospette parcheggiate sulla via, giunte sul posto a bordo di un furgone di colore bianco e di una macchina bianca.

Le volanti si sono quindi portate sul posto e, dopo aver individuato i mezzi descritti, si sono avvicinate per un regolare controllo. Chissà cos'hanno pensato i giovani amanti intenti a farsi gli affari propri, nel vedersi circondati dagli agenti della polizia: perché in realtà i due, 36 anni lui e 25 lei, si stavano solo scambiando "regolarissime" effusioni amorose. Insomma, fortunatamente si trattava di un falso allarme: almeno stavolta i poliziotti se ne sono andati senza dover tentare di bloccare qualche malintenzionato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento